Logo testata di vicenza

HomeBreaking NewsUnione dei Comuni del Miranese, critiche da Spinea

Unione dei Comuni del Miranese, critiche da Spinea

Difficoltà per l’unità dell’Unione dei Comuni del Miranese, con Spinea che diventa ago della bilancia per le sue sorti e Claudio Tessari  che rassegna le sue dimissioni dal ruolo di consigliere.

Spinea
Spinea

Lo scontento da parte di Spinea nella gestione dell’Unione dei comuni sotto molti punti di vista – sicurezza in primis – era evidente praticamente da sempre, ma ora il problema viene portato in primo piano da un personaggio non secondario nella politica non solo locale.

Unione dei Comuni del Miranese: Tessari si dimette

Claudio Tessari, attuale presidente del Consiglio Comunale di Spinea ma anche ex sindaco della città. Con una lettera al presidente, il sindaco di Salzano, Luciano Betteto, Tessari ha spiegato le sue ragioni, ma anche messo in evidenza tutti dubbi. “A distanza di mesi dalle mie richieste -spiega nella lettera il consigliere dimissionario- non si è proceduto a un aggiornamento del sito dell’Unione che riporta dati vecchi, superati e sicuramente non in linea con la normativa”.

Il punto di contrasto

Il punto di contrasto è l’assunzione di due dipendenti comunali in servizio anche all’Unione dei Comuni, compito sul quale per Tessari, “non ci sono state informazioni sull’andamento dell’Unione, sulle prospettive, sulla durata e sul limite dell’incarico di due posizioni organizzative, oltre a una più generale poca informazione, sulle iniziative dell’Unione in favore dei Comuni aderenti, soprattutto per quanto concerne la presenza della polizia locale sul territorio. Ero entrato in consiglio con la voglia di fare, nell’unico interesse delle nostre comunità e non ci sono riuscito”.

La scelta

La scelta di Tessari porta ora scompiglio nell’Unione. Nel dubbio è ora anche Marcello Gavagnin, il secondo consigliere di Spinea nell’Unione dei Comuni, membro del gruppo della Lega, che ha informato delle difficoltà il commissario Andrea Tommaello e l’onorevole Sergio Vallotto. Di parere opposto all’uscita, il Pd, che con il suo consigliere spinetense Emanuele Ditadi, pur confermando come l’Unione dopo una buona partenza, si sia in parte arenata, evidenza come “uscire adesso significherebbe perdere il finanziamento per il nuovo comando e la ristrutturazione della ex Disney”.

Massimo Tonizzo

Le più lette