Logo testata di vicenza

HomeVicenzaVicenza, mamma e figlio investiti sulle strisce a San Lazzaro: "Colpa delle...

Vicenza, mamma e figlio investiti sulle strisce a San Lazzaro: “Colpa delle siepi troppo alte”

Il consigliere Colombara denuncia: “Mancata manutenzione e sbagliata progettazione”

Viale san Lazzaro: le siepi troppo alte hanno causato l’investimento di una mamma e di un bambino

Il consigliere comunale di minoranza Raffaele Colombara denuncia la situazione di viale San Lazzaro dove oggi è stata investata una mamma con un bambino sulle strisce pedonali. “Alla fine, purtroppo, è successo – spiega Colombara – Una mamma con un bambino sono stati investiti su un attraversamento pedonale del nuovo viale San Lazzaro causato dalla scarsissima visibilità dovuta con molta probabilità alla folta vegetazione nello spartitraffico e forse anche ad una progettazione che non ha considerato bene la questione.

Certamente, anche alla scarsa manutenzione della stessa vegetazione.

Che il nuovo viale San Lazzaro presentasse problemi era noto.

“I cittadini avevano denunciato i problemi in viale San Lazzaro, ma non sono stati ascoltati”

Raffaele Colombara
Il consigliere comunale di Vicenza Raffaele Colombara

Uno di questi, segnalati all’amministrazione anche formalmente da parte dei cittadini, era la difficoltà da parte degli automobilisti di vedere i pedoni, coperti dalla vegetazione, in prossimità degli attraversamenti; per i pedoni, viceversa, oltre alla preoccupazione di non essere visti, uno scarsissimo spazio per proteggersi stazionando all’interno dello spartitraffico.

Risultato: grande pericolo per chi vuole attraversare e nessuna protezione per chi si ferma in mezzo al viale.

Tutto questo in un viale nel quale la “riqualificazione” ha comportato un restringimento dei marciapiedi in alcuni tratti e non ha previsto piste ciclabili: una strada a misura di auto, forse; non certamente di pedoni e del quartiere!

Ad un cittadino che aveva formalmente scritto al Servizio Mobilità del Comune segnalando tra le altre anche questa problematica, è stato risposto in data 23 c.m. dal direttore del Servizio stesso che “le essenze nell’aiuola spartitraffico centrale rispetta le disposizioni del Codice della Strada e che abbiamo programmato una manutenzione periodica del verde tale da garantire una adeguata visibilità”: abbiamo visto qual era oggi l’altezza delle siepi!

I cittadini si chiedono e chiedono all’Amministrazione dopo quanto accaduto:

  • se, aldilà del fatto che le essenze rispettano il Codice della Strada, il problema non fosse stato previsto in sede di progettazione operativa;
  • se per i pedoni non fosse stata previsto uno spazio più adeguato di sosta al centro della strada;
  • quando è stata svolta l’ultima manutenzione della siepe;
  • con chi e con quale frequenza è in essere il contratto di manutenzione
  • se, alla luce di quanto accaduto non ritenga sia necessaria, oltre alla manutenzione, una riprogettazione della opera”.

Le più lette