Logo testata di vicenza

HomeRodiginoDeltaA Rosolina finisce l'era di Franco Vitale

A Rosolina finisce l’era di Franco Vitale

Il sindaco, che aveva dominato negli ultimi dieci anni la scena politica della cittadina balneare, non potendo ricandidarsi per la terza volta, in caso di vittoria avrebbe avuto l’incarico di assessore al turismo, ma così non sarà

Franco Vitale

A Rosolina finisce l’era di Franco Vitale. Il sindaco, che aveva dominato negli ultimi dieci anni la scena politica della cittadina balneare, non potendo ricandidarsi per la terza volta a causa della Legge sul Terzo Mandato, aveva comunque preso parte ad una nuova avventura politica, dove nel caso di vittoria della lista Continuità nel Cambiamento, avrebbe avuto l’incarico di assessore al turismo. Invece così non sarà, in quanto il candidato sindaco Tiziano Zago, non è riuscito a contrastare la supremazia del centro destra, sceso compatto in questa tornata elettorale.

“Voto e risultati sono palesi – afferma Tiziano Zago – La sconfitta è andata ben al di quelle che erano le nostre aspettative. Forse abbiamo sbagliato qualcosa, ma sicuramente qualsiasi cosa avessimo fatto, compresa la strategia da adottare, non avrebbe più di tanto cambiato i numeri, che quindi non sarebbero stati poi così diversi. Troppo netta è stata infatti la differenza. Forse ci sarebbe stato qualche voto in più per noi. Rosolina ha votato per il centro destra unito e compatto. Dobbiamo fare un mea culpa e anche un bagno di umilta’, dopo questa doccia fredda”.

Per Zago gli abitanti di Rosolina non erano affatto stufi di Franco Vitale. “E’ stato sempre accolto molto bene dalla gente, anche nel corso delle nostre visite nelle abitazioni. Il fatto è che il messaggio ricevuto dagli elettori è che Vitale è passato da essere di centro destra a essere di centro sinistra. Alla fine si è visto che chi ha votato ha preferito il partito piuttosto che la persona. Sapevamo che sarebbe stata una partita molto dura e poi con i soldi promessi ai pescatori, le visite del presidente della Regione, Luca Zaia e degli assessori regionali Elisa De Berti e Cristiano Corazzari, hanno saputo toccare le corde giuste”.

Tiziano Zago conclude sostenendo che “Come opposizione saremo sicuramente positivi, come gia’ detto nel corso della campagna elettorale. Saremo vigili e attenti, per verificare se verranno fatte cose per il bene del paese”.

Marco Scarazzatti

Le più lette