Notizie
HomePadovanoCamposampierese EstCamposampiero: 300mila euro per la bretella tra la Provinciale 31 e la...

Camposampiero: 300mila euro per la bretella tra la Provinciale 31 e la Regionale 308

Camposampiero: i lavori si erano fermati a causa della mancanza di fondi disponibili da parte di Veneto Strade. L’opera dovrà essere completata e funzionale all’apertura al traffico e sarà poi presa in carico dalla Provincia di Padova

Area Bretella
Area Bretella

Storico passo avanti per la bretella di collegamento biotrattamenti tra la SR308 e la SP31. Esprimo grande soddisfazione per un obiettivo che si fa finalmente concreto e che Camposampiero attendeva da anni. Per la precisione dal 2007, anzi dalla realizzazione della Strada Regionale 308”. Così il sindaco Katia Maccarrone ha introdotto il tema in occasione del consiglio comunale.

L’opera in questione è l’adeguamento della strada di collegamento biotrattamenti con la Provinciale 31, via Straelle, e la Strada Regionale 308 del Santo. “Un’opera che entra finalmente nel Piano triennale delle opere pubbliche del nostro Comune – afferma il sindaco Maccarrone -, grazie ai finanziamenti ottenuti. I cittadini potranno vedere il cantiere già dal prossimo anno”.

La storia è lunga e vede la firma di ben tre protocolli (2007, 2012, 2014) tra Comune, Veneto Strade, Provincia di Padova ed Etra spa. Dopo la realizzazione, a opera di Etra, del collegamento tra la 308 e l’ecocentro intercomunale, tutto si era fermato a causa della mancanza di fondi disponibili da parte di Veneto Strade. A quel punto – aggiunge il primo cittadino – la decisione di farci parte attiva nella ricerca di finanziamenti, con la partecipazione ad un Bando Regionale sulla sicurezza stradale.”

Progetto Bretella
Progetto Bretella

È di luglio la notizia del finanziamento ottenuto, circa 299 mila euro, su un importo di 598 mila euro, relativo al primo stralcio dell’opera, presentato dal Comune. Si tratta delle due rotatorie, una intermedia e una sulla provinciale. La Regione, infatti, ha deciso di destinare un contributo Ministeriale ricevuto, allo scorrimento della graduatoria del Bando, finanziando ben 80 progetti.

Il Bacino Brenta per i Rifiuti, su richiesta del Comune, ha ritenuto di deliberare un ristoro “una tantum” di 300mila euro, per i disagi dovuti alla presenza del Centro di biotrattamenti. Il Consiglio di Gestione di Etra Spa ha approvato i nuovi accordi, che aggiornano il Protocollo fra le parti, e destinerà il contributo stabilito dal Bacino in due tranche, a partire dall’avvio dei lavori.

L’opera dovrà essere completata e funzionale all’apertura al traffico. A tal fine Veneto Strade si è impegnata alla redazione della fase esecutiva del progetto, e alla realizzazione del secondo stralcio, con allargamento della strada, fino ad un ammontare di 300mila euro. A conclusione dei lavori la bretella sarà presa in carico dalla provincia di Padova.

I tempi dettati dal finanziamento regionale sono strettissimi: progetto esecutivo entro febbraio 2022, affidamento dei lavori alla ditta esecutrice entro giugno del prossimo anno.

Nicoletta Masetto

Le più lette