Notizie
HomeVicentinoVicenzaDue "No green pass" perquisiti a Creazzo (Vicenza): indagini serrate su 13...

Due “No green pass” perquisiti a Creazzo (Vicenza): indagini serrate su 13 persone

 

Questura Vicenza

La Digos della Questura di Vicenza nei giorni scorsi ha perquisito due abitazioni a Creazzo (Vicenza) e indagato due “No green pass” per istigazione a delinquere e minacce: in tutto 13 indagati

Si è alzato il livello di attenzione delle forze dell’ordine sul territorio dopo l’assalto alla Cgil di Roma dello scorso sabato. Domani dal Prefetto di Vicenza vi sarà una riunione del comitato per l’ordine pubblico in vista della manifestazione “No green pass” indetta a Campo Marzo nel giorno dell’entrata in vigore dell’obbligo sui posti di lavoro.

Intanto nei giorni scorsi la Digos della Questura di Vicenza ha fatto sapere di aver segnalato alla Procura della repubblica 13 persone del movimento “No green pass” di cui due in particolare, entrambe di Creazzo (Vicenza) sono state denunciate per istigazione a delinquere e minacce: una madre di tre figli di 52 anni commessa in un supermercato, che era particolarmente attiva nel gruppo Telegram “”Basta dittatura” e un 60enne molto attivo nella chat Telegram “Il coraggio del dubbio”. Più grave la posizione di quest’ultimo per le minacce a mezzo scrittura telematica nei confronti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Presidente del Consiglio Mario Draghi. Durante le due perquisizioni in territorio creatino gli agenti della Digos hanno sequestrato materiale informatico, tra cui tablet e hard disk.

Gli altri 11 esponenti, “no pass” e “no vax”, sono stati denunciati per aver organizzato le manifestazioni di piazza non autorizzate e per aver organizzato un mese fa anche l’occupazione della stazione ferroviaria (che non ha avuto successo e il blocco dei treni non è avvenuto).

Ad indagare sul caso la Procura della Repubblica di Vicenza.

Le più lette