Notizie
HomePadovanoCamposampierese EstIl violinista Gilles Apap a Piombino Dese

Il violinista Gilles Apap a Piombino Dese

Appuntamento da non perdere lunedì 4 ottobre alle 20.45 a Piombino Dese con lo spettacolo “GAIA-La biodiversità dei popoli”

La locandina
La locandina

La serata vedrà il violinista Gilles Apap, musicista di fama mondiale, dialogare con Massimo Somaglino, uno dei più apprezzati attori italiani, assieme all’Orchestra d’archi Vendramelli (ai violini Gilles Apap, Vicenzino Bonato, Federico Zaltron e Monica Miozzo, alle viole Luca Volpato e Walter Barbiero e ai violoncelli Riccardo Pes e Gioele Gusberti).

Fiabe dal mondo saranno accompagnate dalle musiche di Mendelssohn e dalla tradizione popolare. Un vero onore avere tra i protagonisti della serata Apap: nato in Algeria e cresciuto in Francia, ha lavorato come primo violino con l’Orchestra sinfonica di Santa Barbara per dieci anni, ma da allora si è concentrato sulla sua carriera come solista con orchestre di tutto il mondo. Violinista virtuosistico, è noto anche per le sue interpretazioni della musica tradizionale dall’Europa dell’Est all’America, come gypsy, irlandese, swing o bluegrass. Famosa è una cadenza che ha scritto per il concerto di Mozart in Sol maggiore. L’essere eclettico è il tratto distintivo della sua carriera. Protagonista di spicco anche Somaglino, attore, autore, regista teatrale e presidente del Teatro Stabil Furlan.

Gilles Apap
Gilles Apap

«La biodiversità non è soltanto un concetto strettamente legato alla natura, ma anche ai popoli – ha spiegato Riccardo Pes, violoncellista e compositore spilimberghese-. Un elemento da difendere anche in questo senso, considerata pure la situazione attuale a livello mondiale. Biodiversità, quindi, non solamente in senso naturale, ma pure culturale. Nella serata di chiusura verranno lette da Somaglino tre fiabe, una irlandese, una ebraica e una friulana, intervallate dalle musiche di Apap. Quindi il gran finale con l’Orchestra d’archi Vendramelli, con musica scelta ad hoc perché si rifà al panorama fiabesco e fantastico». «Un finale all’insegna dell’emozione, per chiudere con un vero e proprio tripudio di sentimenti il festival – ha concluso Pes -. Una chiusa anche benaugurante, dopo il periodo buio del Covid, che vuole lanciare un messaggio all’insegna della gioia e della rinascita».

L’evento si terrà presso la Sala Tommaso Moro di Piombino Dese è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria tramite sms o Whatsapp al 3334901670 oppure email a biblioteca@comune.piombinodese.pd.it.

La manifestazione si svolge nel rispetto delle correnti normative e linee-guida anti Covid-19.

Le più lette