Notizie
HomeVicentinoVicenza"E adesso levati dal cxxxo": frasi ingiuriose e sessiste contro l'ex sindaco...

“E adesso levati dal cxxxo”: frasi ingiuriose e sessiste contro l’ex sindaco di Monteviale

Quasi 300 messaggi di solidarietà sono arrivati martedì in serata alla giornalista e oramai ex sindaco di Monteviale per un attacco gratuito di un sostenitore del primo cittadino eletto: frasi offensive, ingiuriose e sessiste sui social

Elisa Santucci
Elisa Santucci

Ieri mattina Elisa Santucci sindaco uscente di Monteviale, battuta alle urne da Claudio Cegalin, ha pubblicato sulla pagina facebook della sua lista Ama Monteviale un intervento per rincuorare i sostenitori e assicurare il suo impegno in paese come capo dell’opposizione.
“Le elezioni sono terminate e hanno dato un esito inequivocabile – ha esordito Elisa Santucci -.
C’erano due proposte molto diverse per stile, metodo di lavoro e contenuti: i cittadini si sono espressi”.
“Complimenti alla nuova Amministrazione, a cui auguriamo buon lavoro!
Consegniamo loro un Comune con i conti in ordine, molte questioni risolte e tanti lavori da completare”.
E ancora: “Siamo felici dello splendido lavoro, entusiasmo, positività e straordinari contenuti espressi da questo Gruppo (Ama Moteviale, ndr), e ai cittadini che hanno comunque creduto nella continuità del nostro progetto”.
“Continueremo ad assicurare il nostro impegno a servizio della comunità – ha sottolineato l’ex sindaco che resterà in consiglio comunale -, anche nel ruolo di opposizione costruttiva, ma puntuale rispetto alla tutela del bene comune, dei soldi pubblici e della correttezza e trasparenza dell’operato dell’Amministrazione nei confronti di tutti i cittadini, che sono le motivazioni che ci hanno sempre guidato e continueranno a farlo”.
E conclude: “Ama Monteviale c’è”.

Ebbene qualche ora dopo esce un post su facebook di tale Andrea Cegalin (sostenitore del sindaco eletto e della sua lista L’Olmo) che afferma rivolgendosi alla ex Sindaco: “E adesso levati dal cxxxo … nel minor tempo possibile”. Segue un altro post: “Ah .. il primo che mi spacca i cxxxxxni lo mando a fare in cxxo … ci sono donne … e ci sono cimici … da oggi a Monteviale …”

Al messaggio intimidatorio e sessista Elisa Santucci risponde sul suo profilo di FB nel pomeriggio con la trasparenza e la fermezza che la contraddistinguono: “È una vita che combatto tuoi ‘simili’, i loro metodi, il sentirsi al di sopra delle regole, il loro profondo disprezzo e mancanza di rispetto per tutto e tutti, soprattutto per le donne, andandone anche fieri. Io non vado da nessuna parte”.
Il post ha raccolto oltre 275 commenti di solidarietà da persone che trasversalmente appartengono alla politica vicentina e non solo. Solidarietà a Santucci è arrivata dal Sindaco e presidente della Provincia Francesco Rucco, dal presidente del consiglio comunale di Vicenza Valerio Sorrentino, dalla Consigliera di parità per la Provincia di Vicenza Francesca Lazzari, dalla senatrice Daniela Sbrollini, da Sandro Pupillo consigliere comunale di opposizione a Vicenza, da tante amministratrici e amministratori locali e da tante donne e uomini montevialesi e non.
Al post e alle reazioni della gente seguono le scuse di Andrea Cegalin che dice di non essere quel leone da tastiera nel quale per un attimo si sarebbe trasformato, e nemmeno di essere maschilista e misogino.
In tarda serata spulciando i quasi 300 messaggi di solidarietà postati dai cittadini sulla bacheca web di Elisa Santucci, però non si vedevano ancora quelli del sindaco vincitore delle elezioni Claudio Cegalin.

E quasi a mezzanotte sulla pagina di Ama Monteviale è uscito un post con una bella immagine panoramica di Monteviale visto dal Biron, firmato i sostenitori di Ama Monteviale: “Nelle ultime ore Elisa Santucci è stata oggetto di parole indegne, personali e sui social, vergognose e irripetibili, in certi casi sessiste e calunniose. Tutto il gruppo di Ama Monteviale biasima con forza il comportamento di chiunque offenda non solo Elisa, ma gli stessi montevialesi, oltre che la loro coscienza e dignità. Auspichiamo che il nuovo gruppo di maggioranza sappia arginare queste forme estreme e questi atteggiamenti, che non aiutano il dialogo né tantomeno quella riappacificazione tanto paventata”.
E si fa riferimento alle parole del portavoce del Sindaco di Venezia Brugnaro che abita a Monteviale dal 2017 e sosteneva la lista di Claudio Cegalin (L’Olmo). Tra l’altro si tratta del figlio del candidato che 5 anni fa Santucci sconfisse alle elezioni. Stiamo parlando di Alessandro Bertasi che dopo le elezioni ha espresso la “volontà di rasserenare il paese in un clima di concordia” per lasciarsi alle spalle una campagna elettorale piena di tensione tra le due parti.
Sullo sfondo – non ci stancheremo mai di ricordarlo – la vicenda della casetta degli alpini: Elisa Santucci, come si evince dalle decisioni della magistratura, ha semplicemente ripristinato la legalità. Intervento che una buona parte del paesello alle porte di Vicenza ha letto come un dispetto all’associazione d’arma e all’alpinitudine.

 

 

 

 

 

Le più lette