Notizie
HomeBreaking NewsSciopero nazionale Cobas e Usb: anche a Padova un corteo di protesta

Sciopero nazionale Cobas e Usb: anche a Padova un corteo di protesta

Da oggi all’11 ottobre numerose mobilitazioni, con assemblee e iniziative di lotta sui luoghi di lavoro e sui territori

Sciopero Generale e Nazionale Cobas
Sciopero Generale e Nazionale Cobas

Un’intera giornata di sciopero per protestare contro il Governo. E’ quanto sta accadendo oggi in tutta Italia e anche a Padova, dove dalle 9 di questa mattina sono scesi in piazza per lo Sciopero generale e nazionale proclamato dai sindacati di base e conflittuali in moltissimi.

Si tratta di “una giornata di lotta contro il Governo e le sue politiche economiche, lo sblocco dei licenziamenti e degli sfratti, la giustizia sociale e climatica, contro l’aumento delle bollette e i tagli a sanità, servizi, scuola e welfare”, come spiega sulla propria pagina Facebook l’Adl Cobas Padova-Bassa Padovana.

Le ragioni dello sciopero: Oltre 900 mila lavoratori e lavoratrici licenziati nel corso di questi ultimi mesi

“Lo sblocco dei licenziamenti sottoscritto con la complicità di Cgil-Cisl-Uil è legato a doppio filo ai piani di ristrutturazione capitalistica messi in campo dai padroni attraverso le direttive del governo Draghi e dell’Unione Europea – scrive sulla propria pagina l’Adl Cobas Padova -. Il perdurare della crisi pandemica, col drammatico impatto sociale che questa ha già prodotto sia sul versante sanitario sia sulle condizioni di vita, di lavoro e salariali, non ha impedito al padronato di intensificare lo sfruttamento sia nel settore privato che nel pubblico impiego: aumentano i ritmi e il controllo, proliferano le forme di precarietà più selvagge, e con l’alibi di una crisi che spesso è solo apparente, le imprese agitano lo spettro dei licenziamenti di massa per delocalizzare e/o favorire il ricambio di manodopera garantita con masse di giovani ultra-ricattati e sottopagati”.

Sciopero generale e nazionale proclamato dai sindacati di base e conflittual
Sciopero generale e nazionale proclamato dai sindacati di base e conflittual

“La crisi pandemica, frutto della crisi climatica e della devastazione ambientale prodotte da questo modo di produzionel, ha messo drammaticamente a nudo lo sfascio del sistema sanitario prodotto da una politica ultradecennale di tagli e privatizzazioni, così come la distruzione dei servizi sociali (istruzione, trasporti, asili nido, ecc) – continua -. Il governo Draghi, lungi dall’invertire questa tendenza, continua ad alimentarla, come dimostra la liberalizzazione dei subappalti e l’utilizzo dei fondi dello PNRR, gran parte dei quali sono destinati ai padroni e agli speculatori, cioè i primi responsabili della crisi economica e del disastro sanitario e sociale cui abbiamo assistito in quest’anno e mezzo di pandemia”.

“L’intollerabile escalation repressiva – prosegue il Cobas di Padova – in corso contro gli scioperi e contro le lotte sociali, (con cariche della polizia, denunce sistematiche, fogli di via, ecc.) legittima nei fatti le violenze e le aggressioni contro lavoratori e attivisti sindacali da parte di squadracce padronali a cui abbiamo assistito in questi mesi e che hanno portato all’omicidio del sindacalista Adil Belakhdim”. (l’articolo continua sotto al video)

“Di fronte a questo scenario vi è la necessità e l’urgenza di una risposta decisa, compatta e coordinata su scala nazionale. Per questi motivi abbiamo proclamato questo sciopero generale unitario. Da oggi all’11 ottobre lavoreremo a costruire un vero e proprio stato di agitazione permanente, con assemblee e iniziative di lotta sui luoghi di lavoro e sui territori, con l’obiettivo di generalizzare la mobilitazione a tutti quei movimenti e quei settori sociali che intendono contrapporsi ai piani di supersfruttamento, precarietà, disoccupazione, devastazione sociale e ambientale imposti dai padroni su scala nazionale e internazionale: per questo dichiariamo fin da ora il nostro impegno alla costruzione delle mobilitazioni di fine ottobre contro il G-20 di Roma”, conclude il sindacato padovano.

Le notizie più lette di Padova