Notizie
HomeVicentinoVicenzaVicenza, l'on. Alessandra Moretti: "Teniamo alta la guardia e l'attenzione sui diritti"

Vicenza, l’on. Alessandra Moretti: “Teniamo alta la guardia e l’attenzione sui diritti”

L’incontro all’Astra con il giornalista Berizzi e l’on. Zan

L’on. Moretti, al centro, tra Paolo Berizzi e Alessandro Zan (invertiti rispetto alle foto grandi alle loro spalle)

Non bisogna mai dare per scontati i diritti: così come sono stati conquistati, si possono anche perdere. Si può tornare indietro. È questo l’allarme lanciato da Alessandra Moretti, europarlamentare vicentina del Pd, che sull’argomento ha raccolto al teatro Astra testimonianze di primo piano: le hanno portate Alessandro Zan, firmatario della proposta di legge contro l’omofobia e Paolo Berizzi, inviato di Repubblica, giornalista che vive sotto scorta dopo le minacce e le intimidazioni ricevute a motivo delle sue inchieste sul neofascismo.

Berizzi vive sotto scorta dopo le sue inchieste sul neofascismo

L’aggancio di attualità sono state, naturalmente, le recenti dichiarazioni di Niccolò Naclerio, mostrate in video integralmente. Le sue affermazioni sono state smontate dai due ospiti. Berizzi ha commentato: “Come sempre, la destra prima spiega che non esiste il problema e comunque, se esiste, responsabili ne sono gli immigrati. Vorrei ricordare a Naclerio un mio pezzo su Repubblica di qualche mese fa che raccontava delle squadre nere che giravano per Vicenza, autoaffidandosi il compito di vigilare e intervenire”.

L’on. Zan: “La proposta di legge contro l’omofobia necessaria anche se ci fosse un solo caso”

Dal canto suo Alessandro Zan ha ribadito che la tutela delle persone prescinde dai numeri: “Anche fosse un solo caso sarebbe già sufficiente, ma purtroppo siccome si tratta di un fenomeno sommerso non riusciamo nemmeno a valutarlo. Comunque quanto ha detto Naclerio non è degno di un uomo delle istituzioni”. Se la destra semina odio, e questo il deputato lo ha ribadito, Zan ha ricordato che nemmeno il centrosinistra è immune da critiche: quanto meno all’inizio, infatti, le sue posizioni e il suo disegno di legge erano morbidamente criticati anche nel suo schieramento.

L’onorevole Moretti ha fra l’altro ribadito, con un intervento veemente, la sua determinazione a combattere i fascisti, chiamandoli così, senza infingimenti. Del resto, l’incontro ha toccato vari argomenti di attualità nazionale, come il caso-Morisi e la doppia morale della Lega e il caso-Fidanza di Fratelli d’Italia sollevato dall’inchiesta di Fanpage.

Gianni Rolando, consigliere comunale a Vicenza del Pd

Molti anche gli esponenti del Pd che hanno partecipato all’incontro: in prima fila i segretari provinciale e cittadino, Chiara Luisetto e Federico Formisano, e vari anche i consiglieri comunali, tra cui Sandro Pupillo, Ennio Tosetto e Isabella Sala. “Molto utile e tempestiva l’iniziativa – ha commentato il consigliere comunale Gianni Rolando – Contro le inaccettabili posizioni discriminanti occorre combattere sia a livello istituzionale che nella società, fra la gente, in persona. All’incontro dell’Astra ho visto anche con grande piacere diversi giovani. Un ringraziamento pubblico va al nostro consigliere Alessandro Marchetti che ha presentato il documento di sostegno al ddl Zan”.

Le più lette