mercoledì, 19 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomePadovanoPadovaBuono cultura 2021: la nuova iniziativa del Comune di Padova

    Buono cultura 2021: la nuova iniziativa del Comune di Padova

    Leaderboard

    Padova, Buono cultura 2021, l’iniziativa che sostiene l’accesso alla cultura e la conoscenza del patrimonio cittadino da parte delle giovani generazioni

    urbs picta patrimonio umanità
    urbs picta patrimonio umanità

    Nell’anno in cui Padova Urbs Picta è stata inserita nella World Heritage List dell’UNESCO, con l’obiettivo di promuovere i consumi culturali e la conoscenza del patrimonio cittadino nei giovani, il Comune eroga a tutti i residenti nel territorio comunale nati tra il 1° gennaio 1999 e il 31 dicembre 2002 un Buono Cultura del valore di € 50,00 da utilizzare presso librerie, cinema, teatri e luoghi deputati alla musica e allo spettacolo, compresi i negozi di strumenti musicali, che daranno la loro disponibilità ad accettarli.

    A tale scopo, è stato pubblicato l’avviso pubblico per gli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni finanziati dal Comune. L’avviso e il modulo di adesione, attivo fino al 15 dicembre, sono disponibili su www.progettogiovani.pd.it insieme a tutti i dettagli dell’iniziativa.

    «Un’azione che si aggiunge all’impegno che l’Amministrazione sta investendo nella ripresa e nel rilancio della vita culturale, economica e sociale di Padova, alla fine di un anno complesso e difficile», ha commentato il Sindaco Sergio Giordani. «Il sostegno alle nuove generazioni attraverso l’offerta di occasioni di crescita e di mezzi per accedervi è un compito che coinvolge tutta la società, ma attiva in primo luogo le istituzioni. Come indicato dagli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, istruzione, parità, sostenibilità e collaborazione sono elementi imprescindibile per uno sviluppo sostenibile. I giovani hanno soferto molto le restrizioni legate al covid questo vuole essere un segnale di speranza dentro una fase in cui si torna a godere di una certa libertà e che mira a garantire maggiormente l’accesso ai saperi, alla lettura, all’arte, alla muscia e all’informazione».

    Enrico Fiorentin, consigliere comunale con delega alle Politiche Giovanili commenta: «In questo periodo di transizione, i giovani stanno dimostrando grande serietà e senso civico. Tutte le restrizioni imposte sono state accettate di buon grado dai nostri ragazzi. Comprese le limitazioni alla socialità, agli eventi e alla manifestazioni. Abbiamo condiviso col Sindaco l’idea di dare questo piccolo ma importante segnale. Il credito dà l’opportunità di fare acquisti nei negozi di vicinato o visite nei luoghi culturali e altre attività, creando momenti di socialità positiva. Sfruttiamo l’occasione e condividiamola ad amici e conoscenti».

    Margherita Colonnello consigliera comunale con delega speciale alla diffusione della cultura giobanile tra i giovani sottolinea: «Un’iniziativa che dà concreta risposta a due settori duramente colpiti dalla pandemia. Da un lato diamo un segnale di sostegno al mondo della cultura e del pubblico spettacolo, che ancora deve compiutamente riprendersi dal fermo dell’anno scorso; dall’altro ci rivolgiamo ai giovani, che più di altre fasce di popolazione hanno sofferto l’isolamento, offrendo un mezzo per accedere a luoghi di incontro e socialità e al tempo stesso di crescita personale e sociale. La pandemia ci ha consegnato un mondo nuovo, in cui la salute diventa tema centrale. Noi affermiamo che una città sana è un luogo attento non solo alla salute fisica ma anche al benessere sociale, un luogo dunque dove si riparte dalla cultura, dalla socialità e da chi ha maggiormente subito gli effetti della chiusura.»

    Con un impegno complessivo che supera i 370 mila Euro, a beneficiare del buono saranno 7480 persone di età compresa tra 19 e 22 anni che stanno ricevendo una lettera con le istruzioni per l’attivazione e la spesa dei buoni. Esclusi i neo diciottenni, già beneficiari del bonus nazionale.

    I buoni potranno essere spesi entro il 31 dicembre 2021.

    La gestione operativa del servizio è stata affidata al portale Solidali di WelfareX, società specializzata nella gestione del welfare aziendale.Per accedervi, sia i giovani beneficiari che gli esercenti che avranno aderito attraverso il modulo di comunicazione al Comune, potranno registrarsi online al portale dedicato e, nelle rispettive aree riservate, attivare i buoni e validarli.

    Leaderboard

    Le notizie più lette di Padova