mercoledì, 19 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomePadovanoPadova NordCadoneghe: donatori Fidas in aumento, rinascita e generosità

    Cadoneghe: donatori Fidas in aumento, rinascita e generosità

    Leaderboard

    L’evento. Festa delle associazioni e mostra “Gocce preziose” a Cadoneghe

    Una grande festa della rinascita dopo la pausa dovuta alla pandemia. Un appuntamento atteso che non è venuto meno alle aspettative sia degli organizzatori che delle numerose persone che vi hanno partecipato. Grande successo per la Festa delle associazioni di Cadoneghe e che ha visto tra i record anche quello delle iscrizioni tra i donatori di sangue. La Festa è ritornata in scena, questa volta nel cuore della popolosa frazione di Mejaniga e quest’anno ribattezzata con il nome di “Mostra Mercato delle Associazioni”. Ben quaranta realtà, impegnate sul fronte del volontariato, hanno messo in mostra quanto realizzato negli ultimi mesi. L’appuntamento si è svolto in via Antonio Gramsci, nello spazio che va dal municipio alla rotonda di via Guido Franco. L’evento è stato accompagnato dalla mostra allestita, nella sala consiliare del Comune, dal titolo “Gocce preziose”, organizzata dalla Fidas, che ha visto esposti gioielli in corallo realizzati dal maestro orafo cadoneghese Mauro Sette e dedicati proprio al tema della donazione del sangue.

    “Siamo stati particolarmente felici – spiega il sindaco Marco Schiesaro – di essere tornati, finalmente, ad ospitare un appuntamento a cui tutti i cittadini di Cadoneghe erano molto affezionati e che, soprattutto, dà il giusto risalto al mondo del volontariato. Il Veneto si distingue da sempre nel terzo settore, la nostra comunità non fa eccezione: il nostro Comune, pur se di dimensioni contenute, conta decine di realtà associative, che sono riuscite a crescere anche durante il periodo della pandemia. Ne è un esempio la Fidas, associazione di donatori del sangue, la cui sezione di Cadoneghe, attiva dal 1965, ha visto una crescita record: 59 nuovi donatori per un totale di 233, molti dei quali sotto i trent’anni, con 280 donazioni in un anno, ben 74 in più rispetto all’anno precedente. Cadoneghe ha risposto in questo modo all’appello lanciato dagli operatori sanitari che, nell’ultimo periodo avevano lanciato l’allerta sulla scarsità di sangue a disposizione degli ospedali”.

    “Il tema del dono – aggiunge l’assessore al Sociale, Sara Ranzatoè stato il cuore di questa edizione. Tutti i volontari donano qualcosa di proprio, a cominciare dal tempo che vogliono dedicare agli altri”.

    Nicoletta Masetto

    Leaderboard

    Le più lette