venerdì, 28 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeVenetoGiornata internazionale dello studente, le associazioni studentesche venete contestano l’assessora all’Istruzione

    Giornata internazionale dello studente, le associazioni studentesche venete contestano l’assessora all’Istruzione

    Leaderboard

    Associazioni studentesche unite: “un premio all’Assessora Donazzan e a tutta l’amministrazione regionale per il grande interesse che non hanno dimostrato verso di noi”

    Oggi, 17 Novembre, Giornata Internazionale dello Studente, le associazioni studentesche unite, Rete degli Studenti Medi del Veneto e Unione degli Universitari del Veneto hanno presidiato Palazzo Ferro-Fini per consegnare all’Amministrazione e all’assessora Donazzan il Premio Zero, per tutto l’impegno che non hanno dimostrato nell’interessarsi di diritto allo studio e nel risolvere le problematiche di Scuole e Università in Veneto. 

    Le parole delle scuole superiori

    Abbiamo deciso di consegnare all’assessora Donazzan e alla Regione Veneto il premio zero, che hanno dimostrato di meritare fortemente” Dichiara Marco Nimis, Coordinatore della Rete degli Studenti Medi del Veneto, “Una coppa riempita di zero, per tutte quelle volte che la Donazzan non ci ha ascoltato e sostenuto, zero come la considerazione che la Regione dà alla popolazione studentesca e al diritto allo studio. Questo doveva essere l’anno della ripartenza, ma non c’è stata alcuna volontà di investire in istruzione! Abbiamo molte proposte e idee, che porteremo in piazza il 19 Novembre in molte città del Veneto, é ora che la Regione ci ascolti!

    I problemi denunciati dalle associazioni studentesche delle Università venete

    Da sempre denunciamo lo stato fatiscente in cui versano le residenze universitarie a Venezia, ma ora la situazione è critica!” Dichiara Irene Pizzolotto, Coordinatrice di Udu Venezia, “Viene lasciato spazio a privatizzazioni folli che propinano prezzi decisamente esagerati agli studenti e questo è inaccettabile!

    Sull’emergenza abitativa hanno molto da dire anche gli studenti di Padova, che da poco hanno ricevuto risposte dall’Ateneo e dal Comune.
    Dalla Regione ancora silenzio sull’emergenza abitativa” dichiara Domenico Amico, Coordinatore di Studenti Per Udu Padova, “Per questo crediamo che il premio zero alla Donazzan e alla Regione sia ben merito, dato che ci degnano di zero attenzioni! In un Ateneo in crescita come quello patavino, poi, i problemi sono in continuo aumento: siamo qui oggi per ribadire che abbiamo bisogno di più fondi sul diritto allo studio!

    A chiedere maggiori investimenti sull’ESU sono anche gli studenti universitari di Verona, che stanno lottando per far riaprire una mensa a Verona. “I fondi dell’ESU sono totalmente insufficienti per rispondere alle necessità degli studenti!” Dichiara Laura Bergamin, Coordinatrice dell’Udu Verona, “E vogliamo sottolineare che siamo in una regione in cui ancora esistono gli idonei non beneficiari alla borsa di studio! In un momento di crisi come questo è vergognoso che la Regione non si preoccupi di sostenere gli studenti in difficoltà. Vogliamo essere ascoltati perché solo ripartendo dagli studenti si può ripartire realmente! Per questo il 19 Novembre saremo in tante città del Veneto, la Regione deve ripartire da zero! 

    Emilia Milan

    Leaderboard

    Le più lette