mercoledì, 18 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsPiove di Sacco: violenza sulle donne, dopo la pandemia torna a crescere...

    Piove di Sacco: violenza sulle donne, dopo la pandemia torna a crescere la richiesta di aiuto

    Banner edizioni

    Nel 2020 a Piove di Sacco sono state 17 le donne che si sono rivolte allo sportello antiviolenza, 16 delle quali di nazionalità italiana; nel 35,7% dei casi denunciavano la condotta del marito, nel 21, 5 per cento del compagno e nel 7,1. Negli altri casi si tratta dell’ex

    Violenza sulle donne

    Dopo un calo di richieste nel periodo della pandemia, torna a crescere il numero delle donne in difficoltà che chiedono aiuto e sostegno perché coinvolte in situazioni di violenza.

    Nel Padovano in media sono un migliaio l’anno; nel 2021, fino ad ottobre, sono circa 800. Sono i numeri forniti dal Centro Veneto Progetti Donna, l’Associazione di volontariato – Onlus che offre sostegno a donne italiane e straniere.

    “Nel 2020 abbiamo assistito ad un calo di richieste perché con il lockdown nessuno usciva di casa, a marzo e ad aprile c’è stata una diminuzione del 60%. Quando la situazione si è leggermente stabilizzata sono riprese le richieste” spiega la presidente Mariangela Zanni.

    Nel territorio del Piovese, le donne che nel 2020 residenti nel comune di Piove di Sacco hanno richiesto e trovato aiuto presso il Centro Veneto Progetti Donna – Auser, sono state 17, 6 di queste hanno figli/e minori, per un totale di 9 bambini e bambine che vivono gli episodi di violenza insieme alle loro madri all’interno delle mura domestiche. 15 di loro, il 93,8%, sono di nazionalità italiana, mentre 1 è di nazionalità straniera.

    Per quanto riguarda le fasce d’età, sono state accolte e supportate donne dai 20 agli 81 anni con una prevalenza nella fascia di età compresa tra 31-40 e 41-50 anni.

    Per la condizione professionale invece il dato non è stato rilevato in 6 casi. Degli 11 casi in cui è stato rilevato, 2 (il 18,2%) sono le donne disoccupate, 1 donna è inoccupata (il 9,1%) ovvero non ha mai svolto attività lavorative e 1 donna è pensionata (sempre il 9.1%). Le donne occupate sono invece 7 (il 63,6%).

    Di queste 3 donne sono nubili (il 18,7%) , 6 (il 37,5%) coniugate, mentre 2 sono conviventi (il 12,5%). Inoltre, 2 donne risultano separate e 2 sono divorziate (sempre il 12,5% per ogni componente). Infine, una è vedova (6,3%).

    Rispetto alle 17 donne residenti nel Comune di Piove di Sacco, l’autore della violenza è stato rilevato in 14 casi. In 5 casi (35,7%) chi agiva violenza nei confronti della donna era il marito, in 3 casi (21,5%) era il compagno, mentre si trattava dell’ex marito in 1 caso (l’7,1%) e dell’ex compagno in 3 casi (il 21,5%).

    L’azione di prevenzione della violenza e di aiuto alle donne che la subiscono va certamente sostenuta con ogni mezzo possibile e la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne (25 novembre) è un’occasione per ribadirlo.

    I prossimi appuntamenti nel Padovano: 25 novembre: punto informativo @Palazzo Moroni a Padova; 25 novembre: Attacca la violenza” in collaborazione con il Comune di Due Carrare;  Un posto occupato” in collaborazione con le Commissioni Pari Opportunità dei Comuni della provincia di Padova; “Per molte donne la violenza è pane quotidiano” in collaborazione con il Comune di Monselice; 26 novembre ore 20.45: presentazione del libro “L’ordine innaturale degli elementi” con Barbara Buoso e Catia Facco in collaborazione con il Comune di Monselice @Sala del Palazzo della Loggetta; 27 novembre ore 21: spettacolo di burlesque Donne sull’orlo @Teatro polivalente di Abano Terme in collaborazione con Teatrò; 28 novembre ore 17.30: spettacolo di burlesque Donne sull’orlo in collaborazione con il Comune di Padova Teatrò @Auditorium San Gaetano a Padova.

    Benedetta Cesaro

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni