domenica, 14 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeSportPadova SportCalcio serie D, la Luparense tallona l’Arzignano

    Calcio serie D, la Luparense tallona l’Arzignano

    Banner edizioni

    Cinismo, intelligenza e tanta fame di successo a contraddistinguere la vittoria dei “Lupi” per 3-1 contro il Campodarsego

    L’esultanza di Cardellino dopo il gol dell’1-0

    “Un derby non si gioca, un derby si vince!” . Ed è quello che ha fatto la Luparense di mister Zanini nell’ostico derby padovano contro un Campodarsego, reduce da tre risultati utili consecutivi e quattro vittorie esterne. Apre le danze Cardellino, pareggio di Cocola, poi ci pensa la doppietta di Rivi.

    La partita

    Il Campodarsego punta su un possesso palla ragionato cercando di non concedere riferimenti, la Luparense per contro fa affidamento sulla rapidità dei tre giocatori in mediana con lo scopo di interdire la manovra e allargare il raggio d’azione sulle corsie. Scelta, questa, si può dire azzeccata: al 22’ il rapidissimo Andrea Boron riceve sull’out di sinistra, scodella col contagiri verso il centro, con Cardellino ad impattare di testa ed a trafiggere Boscolo Palo. Sesto centro in campionato per l’argentino e lupi al comando delle operazioni. La gara diviene progressivamente piacevole ed avvincente e in chiusura di primo tempo, però, il blitz biancorosso va in porto e tutto torna in parità: Addiego Mobilio appoggia con il sinistro, Cocola riceve il suggerimento, si incunea per vie centrali, elude di fatto l’uscita di Plechero e appoggia comodamente nella porta sguarnita. Un buon primo tempo quello dell’ esterno classe 2002, coronato con la rete.

    Ripresa

    I lupi mettono non perdono tempo al rientro in campo: Cardellino è abilissimo a tener vivo un pallone vagante al limite dell’area, lo gioca di testa su Rivi che si libera e incrocia con il destro, lasciando di stucco Boscolo Palo. Gol del 2-1. Sale in cattedra capitan Rubbo al 64’, la sua girata di destro è però ottimamente deviata da Boscolo Palo. Sul fronte opposto tenta la sortita su punizione Oneto, trovando però un Plechero reattivo.  I ritmi di gioco vanno sempre più a rallentare e, salvo alcune folate dei fantasisti ospiti, la Luparense pone sempre l’opportuna diga senza correre grandi rischi. Nel’ultimo dei 5’ di recupero Rivi si riprende la scena, col suo mancino ad effetto dal limite che non lascia scampo a Boscolo Palo e sancisce la parola ‘fine’ sul match. Due doppiette in quattro giorni per il bomber di Pesaro, classe ’94, ex Mestre.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni