mercoledì, 18 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoBassanoEtra presenta due grandi progetti per Bassano

    Etra presenta due grandi progetti per Bassano

    Banner edizioni

    Flavio Frasson, Presidente di Etra, presenta i futuri impianti di biometano e di essiccazione dei fanghi, due grandi progetti per Bassano

    Flavio Frasson, Presidente di Etra

    “Nel vasto territorio in cui ricadono i servizi offerti dalla nostra multiutility, Bassano del Grappa è il capoluogo più importante, con il più alto numero di abitanti e di utenze. In città si trova la nostra sede legale, qui sono ubicati ben cinque impianti e, sempre nel bassanese, la raccolta differenziata sfiora ben l’80 per cento. In quest’area così dinamica, ricettiva, attenta alle politiche sostenibili abbiamo in cantiere numerosi progetti, alcuni davvero innovativi”. 

    Flavio Frasson presidente di Etra, saluta l’arrivo de Il Bassano scattando un’istantanea sul ruolo e sul peso di questa zona per Etra. “Un nuovo strumento informativo arricchisce sempre la pluralità di notizie, di voci e di confronto. Su Bassano Etra ha in cantiere due progetti all’avanguardia sul fronte del riciclo, dell’economia circolare e della sostenibilità”. 

    L’impianto di biogas al Polo Rifiuti

    Al Polo Rifiuti di Bassano si sta realizzando il nuovo impianto di produzione di biometano. “È un progetto da 5 milioni di euro, contiamo di concluderlo entro il primo semestre 2022 – illustra Frasson –. Dal trattamento del rifiuto organico proveniente dalla raccolta differenziata è possibile ottenere due prodotti molto utili: il compost e il biogas. Il biogas può essere ulteriormente “purificato” e trasformato in biometano, cioè un gas privo di anidride carbonica, ad alto contenuto di metano, con caratteristiche qualitative analoghe a quelle del gas naturale”.

    “Il vantaggio è quello di ottenere un combustibile per automezzi davvero ecologico e non di origine fossile come il gas naturale. L’utilizzo del biometano per alimentare i mezzi della raccolta differenziata rappresenta un passo importante per la trasformazione “green” del servizio offerto da Etra che punta sempre di più all’economia circolare”.

    Al Polo Rifiuti si producono ogni anno 4,9 milioni di metri cubi di biogas che verranno così purificati e trasformati in biometano (con un contenuto di metano pari a circa il 99%). 

    L’impianto di essicazione dei fanghi al depuratore

    In cantiere anche il secondo dei due progetti di Etra a Bassano: al depuratore verrà realizzato un impianto di essiccazione dei fanghi di depurazione. “L’obiettivo è ridurre al massimo il volume del materiale di scarto, eliminando quasi tutta l’acqua contenuta nel fango – conclude il presidente –. Nel nuovo impianto potranno essere trattate fino a 10 mila tonnellate all’anno di fanghi. Il fango essiccato richiede un minor numero di viaggi per essere smaltito e presenta caratteristiche più idonee per il recupero energetico nei termovalorizzatori. Ciò comporta un risparmio economico e un minor impatto ambientale. L’energia termica necessaria per estrarre l’acqua dal fango verrà, quindi, recuperata dal calore di scarto prodotto da un nuovo cogeneratore a gas ad alto rendimento. Quest’ultimo coprirà anche il fabbisogno di energia elettrica dell’intero depuratore”.

    Nicoletta Masetto

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni