giovedì, 30 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeCucinaMenu del pranzo di Natale all'insegna della cucina veneta

    Menu del pranzo di Natale all’insegna della cucina veneta

    Banner edizioni

    Pranzo di Natale, lasciatevi tentare dai classici senza tempo della cucina veneta

    Ci stiamo avvicinando alle feste. Cosa troveremo sulla tavola per il pranzo di Natale? Le ricette tramandate fra le diverse generazioni e che affondano le loro radici nella storia della regione, vengono esaltate durante questo periodo natalizio. La cucina veneta è molto semplice e si basa su quattro semplici elementi che sono sapientemente rimescolati ed abbinati ai gusti offerti da terra e mare.

    Organizzare un pranzo di Natale con le pietanze della tradizione, non sarà mai stato tanto semplice. Vi proponiamo alcuni piatti basati sulle ricette natalizie tipiche del Veneto. Antipasti, primi, secondi e dolci pronti a prendere per la gola i commensali.

    Antipasti

    Fra gli antipasti va senza dubbio ricordato il classico tagliere di salumi e formaggi prodotti localmente. Sono molte le eccellenze del territorio che troviamo sulle nostre tavole, come la soppressa vicentina o il prosciutto veneto Berico Euganeo. Tra i formaggi prodotti, invece, non possiamo non ricordare l’Asiago, la Casatella trevigiana o il Montasio. Un altro antipasto immancabile sulle tavole venete è la polenta a fette grigliata, servita con salsiccia accompagnata da funghi trifolati.

    La degustazione degli antipasti passa anche attraverso una proposta di pesce, in grado di esaltare il sapore di un piccolo pesce azzurro: le sarde in saor. Letteralmente, questo nome significa “sardine insaporite”, vengono infatti, condite con cipolla, aceto, uvetta e pinoli, conferendo un caratteristico sapore agrodolce.

    Primi Piatti

    I bigoli sono un primo piatto tradizionale molto richiesto sulla tavola natalizia. Si tratta di pasta fresca lunga e grossa, prodotti usando uno speciale torchio. La loro lavorazione garantisce una gradevole ruvidità che permette di trattenere meglio il condimento. La cosiddetta salsa è un condimento a base di cipolla, alici e olio. Una valida alternativa sono gli gnocchi al sugo d’anatra. Anche il Veneto ha i suoi tortellini e sono quelli di Valeggio sul Mincio, con ripieno di carni miste e prosciutto e serviti con il brodo di cappone. Un’alternativa vegetariana è il risotto al Radicchio rosso di Treviso e grana padano: due eccellenze prodotte esclusivamente in Veneto. Una ricetta semplice per tutti i palati!

     

    Secondi Piatti

    Come seconda portata è immancabile il lesso. Che sia gallina, cappone, manzo o, la più gustosa, lingua salmistrata, viene sempre accompagnato da svariate salse, tra le quali il cren, la salsa verde e la mostarda veneta, a base di mela cotogna, frutta candita e senape. Viene solitamente accompagnato con purè di patate. Per un menù natalizio a base di pesce, il baccalà mantecato a lungo nel latte e solitamente accompagnato da polenta, è una valida proposta.

    I dolci

    E per concludere il pranzo di Natale in dolcezza, non può certo mancare il mandorlato. Bianco, dolce, croccante e ricco di mandorle è una delle specialità del Veneto. Richiede pochi e semplici ingredienti: miele, zucchero, albume d’uovo e mandorle. E molta abilità e sapienza nella sua preparazione. Infine, il Pandoro, tipico dolce Veronese, che in poco tempo ha conquistato i palati di tutti gli Italiani. Ad accompagnare la degustazione niente di meglio che della crema al mascarpone e un bicchiere di prosecco i fior d’ arancio

     

    Sara Busato

     

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni