mercoledì, 18 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoRiviera del BrentaMira: registrato un incremento delle morti in solitudine

    Mira: registrato un incremento delle morti in solitudine

    Banner edizioni

    A Mira nel corso degli ultimi mesi è esploso il triste fenomeno delle morti in solitudine in casa con persone che vengono scoperte senza vita dopo giorni dal decesso. In sei mesi nel momento in cui scriviamo i decessi scoperti mediamente dopo una settimana o più sono sei. L’ultimo quello di Federico Rigo in via Albinoni a Mira.

    Mira, le parole dell’assessore ai servizi sociali sul triste fenomeno

    Sulla questione interviene assessore ai servizi sociali del Comune di Mira Chiara Poppi. “Sono molto triste nell’apprendere cosa e’ successo – dice la Poppi – Questa persona non era seguita dai servizi sociali del Comune e non era nemmeno conosciuta da loro. E’ un grande dispiacere sapere che si e’ verificato un altro caso di morte silenziosa in solitudine , esprimo le condoglianze alla famiglia e a chi lo conosceva“. Per la Poppi pero’ nonostante tutti questi casi si siano verificati nel territorio comunale di Mira in pochi mesi, non si tratta di una singolarita’ di questa zona rispetto ad altre zone del veneziano. La situazione per la Poppi va contestualizzata. “Mira ha quasi 40 mila abitanti, molti di più dei comuni limitrofi – spiega – e quindi anche i casi in proporzione. Certo il fenomeno non puo’ essere nascosto o sottovalutato . Vanno rafforzate a fronte di sempre piu’ evidenti fragilita’ famigliari che la pandemia ha amplificato le reti di vicinato con politiche ad hoc”.

    Mira, ecco le vittime del triste fenomeno

    Si tratta di progetti fa sapere che il Comune ha gia’ in cantiere per i prossimi mesi. Come detto non si tratta quest’ anno del primo caso che capita nel territorio comunale di Mira ma bensi’ il sesto in 6 mesi. La prima ad essere stata trovata morta in casa era stata Denise Berti una cinquantenne lo scorso 26 maggio in via Giuliano da Maiano. Il secondo Franco Mozzato agricoltore, a inizio di settembre in via Molinella ( la strada che da Mira Vecchia va a Cazzagodi Pianiga), sotto il porticato di casa sua diversi giorni dalla morte. Il terzo e’ stato ad ottobre Alessandro Antonini 47 anni disoccupato trovato morto 20 giorni dopo il decesso nella sua casa in via Corridoni. Il quarto Giorgio Volpato 70 anni in via Caleselle ad Oriago a inizio novembre e poi Mauro Valentini 64 anni il 23 novembre nella sua abitazione Ater in via Giuliano da Maiano. A inizio dicembre Federico Rigo.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni