martedì, 17 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova, tutti sold out gli eventi di novembre patavino

    Padova, tutti sold out gli eventi di novembre patavino

    Banner edizioni

    Padova, oltre 50 appuntamenti andati sold out già in prevendita

    Oltre 50 appuntamenti all’insegna della musica, dell’arte e dell’enogastronomia distribuiti su 36 giorni di programmazione, con tutti gli eventi andati sold out già in prevendita. Novembre PataVino ha chiuso l’edizione 2021 confermando il grandissimo interesse del pubblico per la kermesse dedicata a cultura, vini e territorio che da otto anni anima, con proposte di grande qualità e alto profilo, le serate autunnali della Città del Santo.

    Il cartellone di questa edizione 2021 ha coinvolto più di 120 artisti, per lo più provenienti dal territorio, valorizzando con incontri, concerti, visite guidate e reading teatrali le sale più belle della città, inclusi i siti inseriti nella World Heritage List dell’UNESCO.

    Grande successo ha avuto anche il focus dedicato ai sapori del territorio, con la proposta di menu a tema e degustazioni per valorizzare le tipicità locali e coinvolgere il pubblico in esperienze enogastronomiche ispirate ai prodotti di stagione e accompagnate da musica dal vivo, dj set e performance artistiche.

    Ideata e organizzata dall’associazione culturale Veneto Suoni e Sapori, la rassegna è stata promossa da Comune di Padova Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Attività Produttive e Commercio e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

     

    L’assessore alla cultura e al turismo Andrea Colasio sottolinea: “Il successo di Novembre PataVino dimostra una volta di più che fare rete tra ambiti diversi con progetti di qualità è una scelta vincente. Così non proponiamo solo una mostra, o un’eccellenza gastronomica, o un evento musicale o artistico, ma offriamo ai turisti e ai padovani la possibilità di apprezzare e capire lo stile di vita della nostra città. Il cibo, ad esempio, è così messo in relazione con la storia e la cultura del nostro territorio, come nel caso del vino Friularo, apprezzato dai Carraresi, così come la presenza a Padova di tanti maestri della pittura del 14° secolo è spiegata anche del primario ruolo economico svolto allora dalla nostra città. Anche grazie al Novembre PataVino tutto questo diventa una narrazione che fa capire il grande fascino che ancora oggi esercita Padova in chi ci vive e in chi ha la fortuna di conoscerla non superficialmente. Un grazie all’associazione Veneto Suoni e Sapori e alla Fondazione Cassa di Risparmio che ha sostenuto l’iniziativa”.

     

    L’assessore al commercio Antonio Bressa commenta: “Il cibo e la gastronomia sono anche cultura e convivialità e il successo di Novembre PataVino conferma che questo format riesce a creare un evento capace di generare un forte e importante valore aggiunto per tutti i partecipanti. Merito della volontà dei commercianti e delle associazioni di settore coinvolte, dei produttori dei nostri prodotti tipici, ma naturalmente anche degli artisti e delle associazioni culturali che con il loro linguaggio peculiare hanno raccontato queste storie. La capacità di raccontare queste storie e queste eccellenze non solo dal vivo ma anche attraverso la rete, è una delle carte vincenti di Novembre PataVino, perché abbiamo compreso c’è una grandissima voglia di conoscere e scoprire esperienze vere e genuine legate ai territori e noi, su questo fronte, abbiamo davvero molte opportunità da sfruttare. Ringrazio i partner istituzionali che hanno aderito all’iniziativa dalla Veneranda Arca del Santo e dalla Diocesi fino all’Accademia Galileiana e all’Osservatorio Astronomico, e naturalmente tutte le Associazioni di Categoria e a VenicePromex, azienda speciale della Camera di Commercio che ci ha sostenuto”.

    “Ad averci davvero colpito è stata la grande reattività del pubblico ad ogni proposta. Nel giro di poche ore – in alcuni casi addirittura pochi minuti – dall’apertura delle prenotazioni in prevendita ogni evento ha esaurito i biglietti disponibili: un segnale forte che ha dimostrato una volta di più quanto sia grande la voglia di tornare a fruire di arte, musica, cultura e convivialità in presenza dopo mesi di incontri online – commenta Andrea Zangirolami, direttore artistico di Novembre PataVino, che ha sottolineato come “in un periodo complesso come questo che stiamo attraversando, è stato possibile realizzare un progetto culturale di alto profilo e avere anche un ottimo riscontro di pubblico. Questo risultato è la conferma di come un programma che è frutto della sinergia tra enti pubblici, istituzioni, commercianti, aziende, associazioni culturali, artisti e produttori, possa davvero generareun valore aggiunto straordinario per un territorio dalle enormi potenzialità relazionali e culturali qual è il padovano”.

    Anche in questa edizione è stato dato grande rilievo alla produzione di contenuti video, a cominciare dagli otto videoracconti realizzati in alcuni luoghi simbolo dell’enogastronomia padovana: dalle antiche salumerie alle pasticcerie, dalle enoteche fino alle pescherie, quello descritto con parole e immagini è stato un viaggio nei sapori e nei prodotti tipici del padovano.

    Sono stati quattro, invece, i videoreportage che hanno raccontato i vini del territorio, coinvolgendo alcuni dei produttori più rappresentativi dei Colli Euganei e al tempo stesso valorizzando le ricchezze di un paesaggio unico.

    Infine, la web series con #lacantantelirica Stefania Miotto: otto episodi per promuovere le sinergie tra il mondo del commercio e lo spettacolo dal vivo nell’ottica della ripartenza di due settori molto colpiti dalla pandemia.

     

    “Non possiamo che essere molto felici di questa edizione appena conclusa. – afferma Massimo Mazzocco, Presidente di Veneto Suoni e Sapori – Ci consideriamo soddisfatti del risultato ottenuto, che corrisponde alle nostre migliori aspettative, date anche le difficoltà dovute al Covid, e della scelta di ospitare, in totale sicurezza, gli spettacoli in luoghi al chiuso. Siamo grati a tutti i partner del Festival che hanno creduto nel progetto e contribuito alla realizzazione della manifestazione”.

     

    Novembre PataVino ha visto rinnovata la collaborazione con il main sponsor Banca Patavina – istituto che da sempre supporta il territorio attraverso iniziative di carattere culturale e sociale – ed ha avuto il supporto di altri due sponsor importanti, Autoserenissima Jaguar Land Rover e Stylplex. Confermate poi le partnership con Venice Promex, Consorzio Vini dei Colli Euganei, Pasticceria Giotto, Radio Bellla&Monella e Fotoclub Padova. Il progetto ha visto, inoltre, collaborazioni illustri a livello istituzionale come la Veneranda Arca del Santo, la Basilica e Convento di Sant’Antonio Delegazione Pontificia, la Diocesi di Padova, l’Accademia Galileiana di Scienze Lettere ed Arti e l’Osservatorio Astronomico.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni