martedì, 5 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenetoAttualitàQuattro proposte di passeggiate con le ciaspole in Veneto

    Quattro proposte di passeggiate con le ciaspole in Veneto

    Banner edizioni

    Val Formica
    Val Formica

    Anche in inverno le nostre montagne offrono moltissimi itinerari per chi desidera fare meravigliosi trekking sulla neve: dai Lessini, alle Dolomiti Bellunesi, passando per l’Altopiano di Asiago e Prealpi. Abbiamo scelto alcuni degli itinerari più belli. Ma prima di partire e affrontare qualsiasi escursione in montagna, è importante informarsi sulle condizioni meteo, avere un’adeguata preparazione e l’attrezzatura necessaria per poter praticare queste attività in tutta sicurezza.

    Forte Lisser, il più orientale dell’Altopiano di Asiago

    Per gli amanti della storia e della Grande Guerra, un itinerario da fare sull’altopiano di Asiago è sicuramente la salita al Forte Lisser. L’escursione inizia da Casera del Tombal che si trova lungo la strada che da Enego sale a Marcesina. Si segue la strada che porta verso Monte Lambara, si prende la strada militare che porta, costeggiando prima Casara Palma, verso il Monte Lisser. Lungo morbide dorsali, il Forte, inserito nell’Ecomuseo delle Prealpi Vicentine, si trova in posizione dominante dalla cui sommità si possono ammirare panorami a perdita d’occhio: il monte Grappa, la Val Belluna, le vicine Dolomiti Bellunesi ed il Lagorai. Una bella escursione sulla neve lungo un itinerario inedito.

    Val Formica, la ‘zona alta’ dell’Altopiano dei Sette Comuni

    Val Formica
    Val Formica

    L’escursione ci porta nella Val Formica, il cui nome si deve ai numerosi formicai che disegnano il paesaggio dei boschi che circondano la valle, come lo testimonia, anche,  lo scrittore Mario Rigoni Stern. Questo percorso con le ciaspole è consigliato anche per chi si sta avvicinando per la prima volta all’escursionismo invernale. Il giro che suggeriamo parte dal Rifugio Cima Larici (1658m), raggiungibile comodamente anche in auto, punto di partenza di numerosi itinerari. Seguendo il sentiero 825 si raggiunge in 45 minuti bocchetta Larici (1876m), una terrazza naturale verso la Valsugana, Levico e sulla catena dei Lagorai. Da qui si prosegue fino a Porta Renzola per poi raggiungere, lungo una comoda mulattiera, il Rifugio Formica.

    Monte Grappa, un percorso tra natura, storia e arte

    Il Bosco degli Eroi, nella zona nord del massiccio Forcelletto, è un facile percorso ad anello sul monte Grappa, una delle più complete dal punto di vista storico a tema Grande Guerra e naturalistico. Si parte dal rifugio Bocchette, situato a 1300 metri d’altezza, e si segue il segnavia che porta prima al  Cason dei Lebi e Valpore, percorrendo alcune mulattiere storiche di guerra. Lungo il tracciato, si trovano una bellissima serie di sculture in legno, dove importanti scultori locali hanno voluto raccontare la Prima guerra mondiale. Un’occasione unica per vivere una giornata tra la neve e la natura, con tutta la famiglia o gli amici.

    Monte Baldo, si colora di bianco

    Il Monte Baldo è un massiccio montuoso che svetta sul versante veronese del Lago di Garda, da cui è possibile ammirare un panorama sull’azzurro del Lago di Garda, sulle vette delle Alpi e sulla pianura. In questa stagione può essere la località perfetta per un’escursione panoramica con le racchette da neve. Il percorso della Colma è una facile escursione ad anello di 3 km, ma estremamente panoramico, dove è possibile ammirare tutto il Lago di Garda, la Presanella, l’Adamello e le prealpi venete, bresciane e trentine. Si parte dalla stazione a monte della Funivia Malcesine Monte Baldo e si seguono le indicazioni. Per chi è più allenato il Monte Baldo offre diversi itinerari di diversa difficoltà in Zona Prà Alpesina di Avia e Cima Pozzette.

    Sara Busato

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni