lunedì, 3 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsRosolina, guerra ai furbetti dei rifiuti

    Rosolina, guerra ai furbetti dei rifiuti

    Banner edizioni

    Il Comune di Rosolina dichiara guerra ai furbetti dei rifiuti e annuncia un’intensa attività di indagine per individuare i responsabili degli abbandoni e a sanzionarli ai sensi del nuovo regolamento comunale sulla gestione del ciclo dei rifiuti

    In arrivo, dunque, altre fototrappole – da 4 a 8 – per monitorare il territorio e specialmente l’area di Rosolina Mare dove il fenomeno è più accentuato.

    “L’attività accertativa, condotta dagli uomini della Polizia Locale guidati dal Comandante Romeo Daniele, nel corso degli ultimi due mesi ha rilevato oltre quaranta trasgressori, tutti identificati e destinatari di sanzioni che, a seconda delle condotte poste in essere, possono comportare anche il deferimento all’autorità giudiziaria – fa sapere il Comune in una nota”.

    “Un risultato importante – commenta il sindaco Michele Grossato – che denota come la tutela dell’ambiente oltre che l’interesse al decoro urbano, fortemente perseguiti da questa Amministrazione, passino anche attraverso il contrasto all’abbandono di rifiuti. In questo periodo Rosolina è abitata da pochi residenti, ma non può essere la meta indisturbata per mettere a segno qualsivoglia forme di illecito. Il controllo del territorio è per noi una priorità per infondere sicurezza nel cittadino e concorrere a ripristinare il decoro che un territorio come quello rosolinese, perla del Delta del Po, merita ed ha orgoglio che sia valorizzato”.

    Di sicurezza parla anche il Vicesindaco Pako Massaro il quale fa sapere come, dopo l’insediamento della nuova amministrazione, si sia dato seguito, tra le altre cose, allo stanziamento di ingenti risorse per il potenziamento della videosorveglianza, a cominciare dal posizionamento di nuovi varchi elettronici per monitorare i passaggi nel territorio cittadino anche di chi si renda poi autore di condotte illecite. “Proprio con riferimento all’incivile abbandono di rifiuto, attività per cui rinnovo il mio plauso alla nostra Polizia Locale, la dotazione di nuova strumentazione tecnologica, quali le cam, e l’utilizzo dei varchi alle porte di Rosolina Mare sono stati determinanti nelle indagini che sono state condotte.

    “Non solo controlli stradali, non solo sanzioni per violazioni al codice della strada, conclude Massaro. La nostra Polizia Locale è molto altro. E il risultato di questa attività in ambito ambientale ce ne da prova”.

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni