giovedì, 8 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeRodiginoRovigo, torna “Compitiamo” per aiutare gli studenti

Rovigo, torna “Compitiamo” per aiutare gli studenti

Banner edizioni

L’associazione “Il Cortile degli Olivetani” di Rovigo organizza il progetto “Compitiamo”, che vede iscritti 25 bambini, seguiti da 4 formatori

La comunità parrocchiale di San Bortolo ha festeggiato il Natale con tre diversi momenti, tra letture e concerti, affidati ad Alessandra Grompi, Roberto Spremulli e Giorgio Mazzuccato. Capofila di tutte le iniziative per il 2022 è l’associazione di promozione sociale, Il Cortile degli Olivetani.

La presidente Bianco: “Ascoltare i più bisognosi

“Paura e solitudine sono sempre più stati avvertiti a partire dalla fine dell’inverno del 2020, ossia da quando è arrivata la pandemia mondiale da Covid-19. Questo ci spinge a dare maggiore ascolto alle persone più bisognose – afferma la presidente de Il Cortile degli Olivetani, Maura Bianco -. Da febbraio scorso siamo partiti con due progetti, per dare più risposte alla fragilità. Uno di questi è Compitiamo, che vede iscritti 25 bambini, seguiti da quattro formatori. Inoltre è attivo il laboratorio grafico-pittorico, affidato a Mirella Boso. Sta diventando un appuntamento molto apprezzato da giovani e meno giovani. Si svolge ogni lunedì. È un momento per dare serenità e creare relazioni sociali”.

A marzo esce la guida sulla chiesa di San Bortolo

Il 21 marzo 2022 ci sarà la presentazione di un’attesa iniziativa: la rinnovata guida sulla chiesa di San Bartolomeo Apostolo. “Era stata realizzata in un primo tempo nel 1997, dal professor Antonio Romagnolo. Non vuole essere una guida che sostituisce quella esistente, ma la integra. Sarà più tecnologica e digitale. Rispetto a quella di 25 anni fa presenta anche i lavori di restauro che hanno interessato la chiesa e con essi anche le scoperte che sono state fatte. Il giorno scelto per la sua presentazione, ossia il 21 marzo, non è casuale, visto che è San Benedetto, e la nostra chiesa fa parte di un complesso religioso benedettino”.

I parroci: “Andare oltre la tempesta

“Bisogna riuscire ad andare oltre la tempesta – ha evidenziato don Andrea Varliero -. Non bisogna però andare alla deriva da soli, in quanto una comunità è unita nel momento di maggiore bisogno”. Don Christian Malanchin ha sottolineato che “la tempesta non deve essere vista solamente come quella legata alla crisi economica, ma va abbinata anche a povertà, disagi sociali e differenze. Anche Gesù è nato in un’epoca di tempesta, con la Palestina che non era certamente in un periodo di pace”.

Marco Scarazzatti

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy