martedì, 17 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoBassa PadovanaMonselice: ex Cava della Rocca, via libera al nuovo studio sul terreno

    Monselice: ex Cava della Rocca, via libera al nuovo studio sul terreno

    Banner edizioni

    L’intervento. Dopo i carotaggi del 2007 la Regione impegna 300 mila euro per le analisi all’ex Cava della Rocca

    Ex Cava della Rocca, Monselice
    Ex Cava della Rocca, Monselice

    Trecentomila euro per indagini ambientali in Cava della Rocca. Questa la somma stanziata dalla Regione Veneto per la realizzazione di specifiche attività di caratterizzazione e rilevamento di contaminazioni del terreno e della falda acquifera sul sito monselicense. L’intervento, affidato a Veneto Acque S.p.a., si inserisce in un più ampio progetto di bonifica e preservazione dell’intero Bacino Scolante della Laguna di Venezia, di cui anche la Cava fa parte. Una situazione, quella che riguarda la ex Cava della Rocca, che si protrae da decenni e che nel 2007 ha visto anche l’intervento del Magistrato delle acque di Venezia.

    In quell’occasione, infatti, erano state predisposti e portati a compimento i primi carotaggi nell’area interessata per verificare la eventuale concentrazione di inquinanti nel terreno. Dalle rilevazioni era, poi, emersa la presenza di sostanze quali cadmio, rame, stagno e idrocarburi pesanti di molto superiori ai limiti fissati per legge. Così anche per le altre sostanze rinvenute in sede di analisi dei campioni, quali cromo, piombo, selenio, zinco e policlorobifenili Pbc, che presentavano valori comunque oltre limite.

    “Ricordiamo che per i metalli e gli idrocarburi pesanti è accertata la loro pericolosità, specialmente se vengono trascinati nelle falde sottostanti, anche per il semplice effetto pioggia” ci ha tenuto a precisare Francesco Miazzi di Monselice Ambiente e Società “Situazione che probabilmente si sta ormai verificando da anni. Una discarica di rifiuti tossici e nocivi, in pieno centro storico, non può essere assolutamente tollerata e la sua bonifica deve diventare una delle priorità della Regione Veneto e del Comune di Monselice. “Salutiamo positivamente l’annuncio del finanziamento delle attività di caratterizzazione e indagine ambientale. Ci sono voluti 15 anni per arrivare al semplice approfondimento e non osiamo pensare ai tempi e ai fondi da reperire per una eventuale bonifica” ha concluso Miazzi “Ma certamente, prima di pensare ai progetti di riutilizzo della cava, si deve risolvere questo grave problema”. Il finanziamento della Regione arriva dopo una deliberazione da parte della Giunta Veneto sulla scorta della proposta dell’assessore allo sviluppo economico, Roberto Marcato che ha poi fatto arrivare la notizia a Palazzo Tortorini. “Continua il mio impegno per la restituzione della cava alla comunità” ha sottolineato il primo cittadino Giorgia Bedin “e ringrazio l’assessore Roberto Marcato per l’attenzione a questa problematica”. La società Veneto Acque provvederà all’indagine e alla caratterizzazione per verificare lo stato dei luoghi dell’ex Cava della Rocca e, nel caso in cui sorgessero delle criticità ambientali, dovrà essere redatta un’Analisi di Rischio Sanitario.

    Martina Toso

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni