venerdì, 27 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsPadova: continua il restauro di Piazza Gasparotto

    Padova: continua il restauro di Piazza Gasparotto

    Banner edizioni

    A seguito degli ultimi interventi di restauro Piazza Gasparotto sta riemergendo come luogo d’incontro e accoglienza sociale a Padova

    Un luogo comodo da raggiungere, vicino al centro e alla stazione, che l’amministrazione comunale sta cercando di far riemergere come punto d’incontro per la cittadinanza. Si tratta di Piazza Gasparotto, protagonista di una serie di restauri avvenuti negli ultimi anni che stanno gradualmente risollevando il posto, strappandolo dal degrado e dall’abbandono.

    Il più recente intervento di ristrutturazione è costato 175.000 euro e ha previsto la demolizione del vecchio muro (il quale circoscriveva parte dell’ambiente rendendolo poco sicuro), la messa in sicurezza del solaio (che è anche il soffitto del garage sottostante, regolarmente utilizzato dai padovani) e la ripavimentazione di una parte di porfido della piazza.

    Il vicesindaco, Andrea Micalizzi, ha espresso il grande interesse che il Comune ha nel risollevare la situazione: “Pensiamo solo come i Giardini dell’Arena sono tornati un luogo della città, ma anche piazza De Gasperi qui di fianco. Piazza Gasparotto è un tema più difficile perché più nascosta, ma anche qui è da diversi anni che, assieme ai residenti e alle attività lavorative nei paraggi, stiamo mettendo a segno dei risultati che, uno alla volta, stanno complessivamente cambiando l’aspetto di questo luogo: l’illuminazione nuova 3 anni fa, il nuovo arredamento urbano e oggi abbiamo eliminato questo muro che divideva la piazza, una separazione che determinava anche dei nascondigli per bivacchi e attività illecite. Aprono anche l’accesso dei servizi dei comuni, altra presenza che abbiamo portato qui. Questi erano edifici vuoti e che contribuivano a creare un ambiente più isolato e abbandonato. Oggi vi sono attività che l’amministrazione comunale fa anche con il pubblico, dando un contributo alla piazza”.

    L’assessora al sociale, Marta Nalin, ha aggiunto: “Quello che manca a questa piazza è che sia vissuta. L’ideale sarebbe che ci fossero spazi occupati tutto il giorno. Noi, come servizi sociali, li occupiamo la maggior parte della giornata, i circoli la sera, il coworking sia di giorno che di sera… ci dovrebbero essere progetti che consentano il movimento di persone di giovani, ma anche di persone più anziane. Ci si arriva con tutti i mezzi di trasporto ed è vicina alla stazione e al centro. Dovrebbe davvero essere utilizzata”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni