venerdì, 21 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeTrevigianoTreviso OvestQuinto di Treviso: pericolosità operazioni di areonautica

    Quinto di Treviso: pericolosità operazioni di areonautica

    Leaderboard

    L’Organizzazione di Volontariato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’aeroporto di Treviso evidenzia la pericolosità delle operazioni aeronautiche di Quinto di Treviso

    Quinto di Treviso, 13 gennaio 2022 – L’Organizzazione di Volontariato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’aeroporto di Treviso, in occasione dell’ulteriore recente evento di spostamento copertura di un tetto (vortex strike: 16.12.21) su un’abitazione a Quinto di Treviso – via Costamala, abitazioni sottoposte alla proiezione delle rotte di atterraggio aeromobili in avvicinamento alla pista dell’infrastruttura aeroportuale trevigiana – evidenzia per l’ennesima volta l’estrema pericolosità delle operazioni aeronautiche che si svolgono ripetutamente, quotidianamente e pericolosamente, a distanza molto ravvicinata su abitazioni di Quinto di Treviso.

    L’Organizzazione aveva già ripetutamente segnalato: «I Residenti che vivono sotto la proiezione delle rotte di atterraggio e decollo, devono convivere con una perenne situazione di pericolo apportata dalla più critica operatività aeronautica, caratterizzata da problemi di: “Sicurezza – Inquinamento acustico – Inquinamento atmosferico tipico aeronautico: nanopolveri/sostanze chimiche adsorbite ed in fase gassosa/metalli pesanti”, aggravata ulteriormente dall’incidenza del traffico veicolare indotto».

    Tutto ciò, infatti, comporta una non meritevole Qualità di Vita. L’Organizzazione denuncia “l’insostenibile situazione che i Cittadini coinvolti sono costretti a sopportare, causa l’incubo di vivere in condizioni ambientali non salutari aggravate dal sempre incombente pericolo di cause incidentali”. Dunque chiede alle pertinenti autorità di prendere adeguati provvedimenti per eliminare drasticamente tali condizionamenti, escludendo “baratti con opere di compensazione che non attutiscono e non migliorano i problemi segnalati in un contesto da anni estremamente urbanizzato, nonché in continua fase di urbanizzazione”.

    L’Organizzazione, infine, segnala che nella Valutazione di Impatto Ambientale di progetti pubblici e privati, tra gli Aspetti Ambientali rientrano anche gli effetti derivanti dalla vulnerabilità del progetto a rischio di gravi incidenti, possibilità che, visti i recenti e passati eventi, afferma non essere mai stata tenuta in debita considerazione nella realtà aeroportuale trevigiana.

    Leaderboard

    Le più lette