venerdì, 20 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoCavarzereSommacampagna: "Migliorare i servizi scolastici esistenti"

    Sommacampagna: “Migliorare i servizi scolastici esistenti”

    Banner edizioni

    Intervista all’assessore alla Pubblica Istruzione Sommacampagna. Attenzione all’evoluzione della situazione epidemiologica nelle scuole

     

    Stefania Sommacampagna è il nuovo assessore alla Pubblica Istruzione, urbanistica, green economy, servizi informatici e pianificazione territoriale.

    Ha studiato canto presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria e Scenografia teatrale e Cinematografica presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Attualmente si dedica all’insegnamento in una scuola secondaria di secondo grado.

    “Ho accettato volentieri questa nuova sfida che mi è stata proposta pur non avendo nessuna esperienza politica alle spalle – racconta la Sommacampagna- le deleghe che il sindaco mi ha assegnato sono un po’ trasversali tra di loro, infatti, è un assessorato impegnativo da gestire”.

    Per quanto riguarda la Pubblica istruzione, l’obiettivo è di migliorare i servizi già esistenti, perfezionandoli e rendendoli più fruibili.  “Il nostro territorio è variegato e dispersivo – prosegue – e vede realtà scolastiche molto differenti. Come amministrazione ci impegniamo affinché questi servizi possano offrire il meglio ai nostri cittadini”.

    La delega è ancora più “sentita” in questo periodo, dal momento che gli aumenti dei contagi da Covid19 riguardano soprattutto i più giovani. “Sono sicura che si tornerà alla normalità scolastica ma oggi non è quel giorno e, purtroppo, non lo sarà neanche domani. Ci vuole tempo. Attualmente, le scuole di Cavarzere sono ancora sotto controllo perché la maggior parte degli alunni si sono contagiati durante le vacanze natalizie e dunque non sono rientrati” racconta l’assessore.

    “La situazione sta evolvendo rapidamente in modo negativo perché ogni giorno la curva aumenta. L’evoluzione molto rapida tra i più piccoli è anche dovuta al fatto che per i bambini della scuola primaria non è obbligatoria la mascherina Ffp2 ma solo la chirurgica. In pulmino, invece, è obbligatoria la Ffp2 per i bambini delle elementari e delle medie mentre non lo è per quelli della scuola dell’infanzia”.

    “Alle scuole medie e superiori fortunatamente abbiamo molti ragazzi vaccinati. Inoltre, si stanno allungando i tempi per le attestazioni di guarigione e dei tamponi necessarie per riammettere gli alunni e il personale a scuola”.

    Tra i vari obiettivi dell’assessorato c’è anche la creazione di spazi adibiti al doposcuola per aiutare bambini e ragazzi a rafforzare gli apprendimenti.  “Siamo già in contatto con l’Associazione Titoli Minori di Chioggia e a Boscochiaro è già presente il servizio di doposcuola.  Stiamo cercando anche ulteriori spazi in città da adibire a questa attività”.

    Nel piano triennale dei progetti c’è anche l’impegno ad ampliare l’offerta per gli spazi verdi che, per quanto riguarda il centro città, restano ancora limitati.

    Benedetta Cesaro

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni