martedì, 28 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoVicenzaVicenza, nuovi controlli delle forze dell'ordine: sospesa la licenza a un bar...

    Vicenza, nuovi controlli delle forze dell’ordine: sospesa la licenza a un bar in corso San Felice

    Banner edizioni

    Durante i controlli a Vicenza identificate 313 persone e revocati 6 permessi di soggiorno

    Un’immagine di corso San Felice: in questa strada c’è il ristorante chiuso per 15 giorni

    Il questore ha sospeso per 15 giorni la licenza del “Favour restaurant”, locale di corso San Felice il cui titolare è un nigeriano. Ne dà notizia un comunicato della questura, che riferisce dei controlli effettuati dalle forze dell’ordine (polizia, carabinieri, finanza e polizia locale, queste ultime due con i cani Ray e Aria) effettuati con una quarantina di persone.

    Nel locale di corso san Felice si vendono cibi, bevande e prodotti alimentari, e il titolare è un cittadino nigeriano: all’interno gli agenti delle forze dell’ordine hanno identificato 11 persone, di cui 6 abituali frequentatori con precedenti penali e/o di polizia per reati in materia di stupefacenti.

    In considerazione di quanto emerso nel corso del controllo  e di altri analoghi effettuati nel recente passato, il questore – prosegue la nota – ha preso il provvedimento, ritenendo che l’esercizio pubblico in questione rappresenti un ritrovo abituale di persone pregiudicate e/o comunque pericolose, gravate da precedenti di varia natura e, nella stragrande maggioranza dei casi, per specifici reati inerenti al traffico di sostanze stupefacenti. Il che fa ritenere che lo stesso – già chiuso in passato per analoghe motivazioni – sia utilizzato dagli spacciatori come luogo di incontro con i “clienti” al fine di cedere loro la droga, e ciò a prescindere da eventuali responsabilità, ancorché di natura meramente omissiva, in capo al gestore.

    I controlli sono stati svolti nelle zone di Campo Marzo, viale Gorizia, viale Milano, viale Torino e aree limitrofe, nonché nella Riviera Berica e nel quartiere di San Pio X.

    Sono state identificate 313 persone, di cui 135 stranieri e 68 con precedenti penali e/o di polizia, 66 autoveicoli e 15 esercizi pubblici.

    Sono stati revocati 6 permessi di soggiorno, di cui cinque per mancanza della attualità dei requisiti ed una per condanne (evasione e lesioni personali aggravate) nei confronti di un cittadino marocchino, un cittadino del Burkina Faso, due cittadini albanesi e due cittadini cubani.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni