giovedì, 11 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeSaluteCampagna vaccinale, si prosegue con la quarta dose e il nuovo vaccino

    Campagna vaccinale, si prosegue con la quarta dose e il nuovo vaccino

    Banner edizioni

    Continua la campagna vaccinale anti-Covid con la quarta dose: ecco chi deve farla

    La campagna vaccinale prosegue. Dal 1° marzo i soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria possono effettuare una dose di richiamo (la quarta dose) trascorsi 120 giorni dalla terza o dalla guarigione. Gran parte delle persone interessate saranno contattate direttamente dalle strutture che le hanno in cura o dalle Ulss di cui fanno parte. In ogni caso potranno prenotare l’accesso ai punti vaccinali.

    Chi deve fare la quarta dose?

    Le persone superfragili destinataire della quarta dose di vaccino anticovid-19 sono coloro che si trovano in una di queste condizioni: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva; trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica); attesa di trapianto d’organo; terapie a base di cellule T esprimenti un recettore chimerico antigenico (cellule CART); patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; immunodeficienze primitive (es. sindrome di Di George, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.); immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.); dialisi e insufficienza renale cronica grave; pregressa splenectomia; sindrome da immunodeficienza acquisita (Aids) con conta dei linfociti T CD4+ 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico.

    Quale vaccino?

    Saranno usati Pfizer e Moderna, nei dosaggi autorizzati a seconda dell’età. Non può essere utilizzato per i super fragili il nuovo vaccino Novavax perché non ancora autorizzato per la terza dose.

    Il nuovo vaccino Novavax

    Intanto sono state avviate le somministrazioni del nuovo vaccino Nuvaxovid prodotto da Novavax, il quinto in distribuzione in Italia, destinate agli over 18, “attualmente solo per il ciclo primario” e non come richiamo di una precedente somministrazione o come booster. Secondo le indicazioni di impiego, come si legge dalla circolare del ministero della Salute, è previsto un ciclo di due dosi, da somministrare a distanza di tre settimane l’una dall’altra. Si tratta del primo siero anti Covid a base di proteine autorizzato dall’Ue che, pur agendo secondo meccanismi diversi dai vaccini ad mRNA Pfizer e Moderna, sarebbe altrettanto efficace. Un’arma in più nella lotta contro la pandemia per convincere, questo è l’auspicio, gli indecisi e coloro che fino ad oggi hanno dimostrato riluttanza verso la vaccinazione.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni