lunedì, 3 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoBassa PadovanaMonselice: stop all’abbandono dei rifiuti, arrivano le multe per i trasgressori

    Monselice: stop all’abbandono dei rifiuti, arrivano le multe per i trasgressori

    Banner edizioni

    Monselice, nelle ultime settimane la Giunta Bedin ha preso una posizione netta sul tema dell’abbandonano rifiuti nelle aree urbane ed extra urbane della Rocca. Fioccano le multe per chi non rispetta le regole

    rifiuti monselice

    Rifiuti abbandonati lungo le strade di periferia ma anche nelle aree urbane, nella zona industriale e nelle aree di campagna. Questa la più recente fotografia della città di Monselice che ha imposto all’amministrazione una presa di posizione netta a garanzia del decoro urbano. Per farlo, sono stati intensificati i controlli e la vigilanza sul territorio da parte della Polizia locale. Un problema, quello che da mesi si sta verificando ai piedi della Rocca, che è stato più volte al centro delle discussioni sia tra maggioranza e opposizione sia tra i cittadini. Solo nelle ultime tre settimane, si legge in una nota comunale, l’Ispettore ambientale ha individuato una decina di trasgressori a cui ora toccherà pagare una sanzione che può arrivare fino a 200 euro.

    “Questi servizi hanno lo scopo proprio di fronteggiare le problematiche inerenti l’abbandono dei rifiuti, il rispetto delle norme della raccolta differenziata di sensibilizzare verso le tematiche ecologiche” ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente, Lucio Fortin “sono soddisfatto per le operazioni effettuate, condanno i comportamenti incivili di persone irresponsabili che abbandonando i rifiuti ledono il decoro della nostra Città, senza citare il fatto che il costo della relativa raccolta ricade anche sui contribuenti che conferiscono correttamente i rifiuti”.

    Questa attività di monitoraggio e controllo ai piedi della Rocca ha visto, lo scorso anno, un totale di 102 servizi effettuati su tutto il territorio comunale. “Questi risultati attestano l’impegno continuo e fermo del Comune nella lotta a questo fenomeno” ha precisato il primo cittadino Bedin “che proseguirà anche con attività di sensibilizzazione sulla tematica dei rifiuti rivolte ai cittadini di tutte le generazioni”. A fare da eco alla Giunta Bedin è Francesco Miazzi, consigliere di Monselice Ambiente e Società.

    “Certamente positiva l’azione messa in campo dall’amministrazione comunale per ridurre e sanzionare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti. Ma non vorremmo che questa enfasi fosse utilizzata per oscurare una realtà ben più seria” ha commentato Miazzi “Il Comune di Monselice ha una produzione pro-capite di rifiuto tra le più elevate della Regione ed una percentuale di raccolta differenziata ormai ferma da molti anni sul livello del 65%. Un dato che mette Monselice tra i fanalini di coda nell’elenco dei 54 Comuni del Bacino Padova Sud il quale raggiunge la media del 69,7% di Raccolta Differenziata”. Intanto, da Palazzo Tortorini, fanno sapere che è stato finanziato un capitolo di bilancio a sostegno del progetto di integrazione sociale “Cittadinanza Attiva”. L’iniziativa, ideata dall’assessorato ai Servizi alla Persona, prevede la realizzazione di attività di pubblica utilità che consentano anche l’acquisizione di una maggiore autonomia dei soggetti coinvolti. Sono già 4 i lavoratori impegnati a gestire e migliorare il decoro urbano del centro storico e delle frazioni della Rocca.

    Martina Toso

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni