domenica, 25 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova. Il nuovo singolo di Stefania Miotto, un omaggio a Padova Urbs...

    Padova. Il nuovo singolo di Stefania Miotto, un omaggio a Padova Urbs picta

    Banner edizioni

    Si intitola “Incantico”, il secondo singolo del soprano padovano che segue il successo delle migliaia di visualizzazioni ottenute col suo primo inedito “Camminerò”.

    Stefania Miotto canta ancora per Padova nell’anno della ripresa di tutte le iniziative culturali e nel pieno delle celebrazioni per l’inserimento della città veneta nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. A presentare il nuovo videoclip girato nei luoghi simboli della città tra cui Palazzo della Ragione e la Cappella degli Scrovegni, il Sindaco Sergio Giordani “Tutto quello che ci incanta è sinonimo di equilibrio ed armonia nel benessere dello stare insieme – afferma il primo cittadino – Il brano “Incantico” incrocia perfettamente questi ideali del vivere in pace nella società civile prendendo come ispirazioni i grandi lasciti dei nostri artisti del passato: questi oggi possono rivivere grazie ad evocazioni artistiche e culturali che hanno portato i meravigliosi affreschi della nostra città ad essere inseriti nel Patrimonio Unesco”.

    Tutto il brano celebra la bellezza dell’arte, della natura e nella nostra città siamo circondati da tutto questo – sottolinea l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio nella corsa della vita ogni tanto dobbiamo prenderci del tempo per riassaporare la bellezza che ci circonda e Padova di bellezza ne ha davvero molta. Quello che ha fatto Stefania Miotto è un modo per raccontare Padova con strumenti originali e inediti. Sicuramente nel sito di destinazione turistica, il video troverà spazio perché oggi un turista sceglie Padova perché la città sa dare forti emozioni non solo Giotto ma la modalità con cui noi sappiamo raccontare la città“.

    Gli fa eco l’Assessore al Commercio Antonio BressaIl nostro impegno è quello di creare sinergie tra le bellezze artistiche della città, l’economia e la nostra tradizione commerciale e artigiana – aggiunge Bressa – Una visione della quale Stefania Miotto è in questi anni una delle principali interpreti grazie alla capacità di coniugare, con capacità artistiche e relazionali, diverse realtà che si uniscono per valorizzare Padova. Questo straordinario brano con la sua magica ambientazione compie un altro passo in questa direzione e merita il nostro pieno sostegno”.

    IL NUOVO BRANO “Incantico”

    Sonorità pop-liriche sono presenti anche in questo brano che a differenza del precedente, dove la voce rimane puramente lirica, questa volta Miotto fa scoprire la sua vocalità pop che sfocia, nel ritornello, in lirica  dando forza al messaggio positivo comunicato dal testo. “Il mio nuovo brano “Incantico” – spiega Stefania Miotto celebra i dipinti di Giotto riportandoci a guardare il suo famoso cielo stellato: in particolare il ritornello “Stelle accese sopra noi, dentro al buio brillano” sta a significare che nei momenti di difficoltà, di buio e di vuoto se noi rivolgiamo il nostro sguardo alle meraviglie dell’arte ci riempiamo il cuore di gioia e riusciamo a rivedere la luce e a ritrovare la forza di continuare. Il Cantico è una lode a Dio e alle sue creature che si snoda con intensità e vigore attraverso le sue opere, divenendo così anche un inno alla vita; è una preghiera permeata da una visione positiva della natura, poiché nel creato è riflessa l’immagine del Creatore: da ciò deriva il senso di fratellanza tra l’uomo e tutto il creato.”

    Il passaggio da uno strumento all’altro ci riporta a sonorità senza tempo e ad atmosfere magiche: momenti di pura energia musicale che nel brano “Incantico” si fondono perfettamente con la bellezza nello stato dell’arte della Cappella di Giotto.

    GLI ARTISTI COINVOLTI

    Confermato il gruppo di lavoro del primo inedito “Camminerò” a cui questo nuovo “Incantico” fa seguito: Giuliano Pastore per la musica e gli arrangiamenti e Daigo Production per la distribuzione sotto la supervisione del suo fondatore Nicola Albano e il regista Vittorio Campagnolo per le riprese tra i luoghi simbolo di di Padova Urbs Picta come Palazzo della Ragione, la Specola, la Cappella degli Scrovegni. L’intervento strumentale solistico all’interno del brano è stato affidato a Maurizio Camardi, sassofonista e compositore padovano di fama internazionale, al sax soprano e al duduk, antico strumento musicale tradizionale armeno.

    Con Stefania Miotto – sottolinea il direttore e A&R dell’etichetta discografica Nicola Albano – stiamo seguendo un filone discografico che abbraccia il classico bel canto e canto lirico a delle sonorità più “popular” che mirano a raggiungere un vasto pubblico, specialmente all’estero dove la musica italiana è molto ricercata in questo genere. Ci auspichiamo di superare i già lusinghieri dati di ascolto e diffusione del primo singolo, contando in una distribuzione capillare in 240 paesi del mondo”.

    Alla grafica e al disegno presente alla fine del video, che diventerà il logo di “Incantico”, ha contribuito il lavoro artistico di Giulia Mucignato Maestra d’arte e artista poliedrica fondatrice dell’associazione Artefatta di Padova.

    MUSICA E LINGUAGGIO DEI SEGNI

    La centralità del testo, in particolare del messaggio della frase “Terra sei madre, stringimi a te, tu che sei fiore profumi di blu” trova la sua massima espressione nell’utilizzo del linguaggio dei segni LIS – grazie all’aiuto di Alexa Marigonda, membro dell’ENS – Ente Nazionale Sordi del Veneto – a sottolineare come siamo “fiori” della stessa terra e profumi di quel cielo, azzurro e stellato simbolo dell’eternità dell’anima umana e divina.

    Sara Busato

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni