mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova, una "rete" per contrastare le infiltrazioni mafiose

    Padova, una “rete” per contrastare le infiltrazioni mafiose

    Banner edizioni

    Padova, è stata creata una “Rete” per prevenire i pericoli delle infiltrazioni, in questo particolare momento storico, nei settori dell’economia legale

    Si è svolto oggi un incontro, organizzato dal Prefetto Raffaele Grassi, tra le Istituzioni dello Stato e le rappresentanze della comunità. Lo scopo di questo incontro è quello di creare una rete che possa far fronte alla minaccia mafiosa.

    Il Prefetto ha ritenuto opportuno coinvolgere i principali protagonisti della vita economica e sociale, compresi gli ordini dei notai e dei commercialisti. All’incontro odierno, che si è svolto in Prefettura, hanno partecipato, oltre al Questore, al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, al Vice Comandante dell’Arma dei Carabinieri e al Capo Centro della Direzione Investigativa Antimafia di Padova, il Presidente della Provincia, il Sindaco di Padova tramite un proprio rappresentante, i Presidenti della Camera di Commercio, di ANCE, ASCOM, Confesercenti, CNA, Confartigianato, il rappresentante di Assindustria Venetocentro, il Presidente di Interporto, il Presidente dell’ordine dei Notai e il rappresentante dell’Ordine dei Commercialisti, nonché gli esponenti delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL.

    Presente anche l’università di Padova, rappresentata dal Prof. Parbonetti, che ha esposto i contenuti di un suo lavoro sulle penetrazioni mafiose nel tessuto economico veneto.

    È stata condivisa, in maniera globale, l’idea di creare un laboratorio di confronto, sistematico, per affinare iniziative finalizzate a identificare i possibili indici sospetti da segnalare alle Forze dell’Ordine. Tra esse e le associazioni di categoria tutte deve essere stretto un rapporto sinergico, che possa produrre uno specifico e rilevante patrimonio informativo. Le informazioni, infatti, rappresentano il carburante che alimenta la macchina antimafia amministrativa, nonché quella giudiziaria qualora dovessero emergere profili di reato dalle informazioni raccolte.

    La comunità tutta gioca un ruolo decisivo contro le infiltrazioni mafiose. In questi momenti di grande sensibilità, attesa la crisi connessa alla guerra e i finanziamenti previsti dal PNRR, il pericolo delle infiltrazioni è dietro l’angolo.

    Il Prefetto sul punto dichiara:

    Sono felice di aver ottenuto da tutti gli enti presenti al tavolo una totale assicurazione sulla bontà dell’impianto che stiamo costruendo. Ognuno, nella rete che andiamo a sviluppare, potrà contribuire all’azione di contrasto ed essere attore protagonista di legalità per lo sviluppo di una economia sicura e pulita. Ci riuniremo periodicamente e faremo il punto della situazione sui possibili segnali sospetti. L’unione delle forze è il miglior modo per rendere più performanti i dispositivi di intervento realizzati dalle Forze dell’Ordine ed è la strada giusta per mettere in campo più risorse per lo scopo che ci prefiggiamo, ferme rimanendo le attività del Gruppo interforze che sta continuando il lavoro di approfondimento su alcune imprese operanti nel Padovano. I combinati disposti del Tavolo permanente e del gruppo interforze sono sicuro arricchiranno il patrimonio informativo sul fronte antimafia. Dovranno essere vinti silenzi e resistenze e ciò potrà essere possibile solo con il coinvolgimento di tutte le componenti sociali”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni