domenica, 25 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeRodiginoProvincialeRovigo, Rizzato: "Ridotta del 90 per cento l'imposta di trascrizione"

    Rovigo, Rizzato: “Ridotta del 90 per cento l’imposta di trascrizione”

    Banner edizioni

    Il consigliere Rizzato annuncia la riduzione del 90 per cento dell’imposta provinciale di trascrizione per tutte le persone disabili

    Il consiglio provinciale approva la modifica del regolamento provinciale sull’IPT, l’imposta provinciale di trascrizione. “Un passo in avanti verso una Provincia più attenta alla disabilità – così esordisce il Presidente della Provincia di Rovigo Enrico Ferrarese, che continua dicendo – “questa modifica rappresenta un piccolo gesto di attenzione ma, a mio avviso, significativo: la volontà dell’amministrazione provinciale è sicuramente quella di portare avanti tutte le iniziative che possano garantire sostegno concreto e inclusione sociale per i disabili e le loro famiglie“.

    Rizzato: “Riduzione dell’imposta pari al 90 per cento per tutti i disabili

    Il consigliere provinciale, con delega ai trasporti, Lorenzo Rizzato ha seguito l’iter tecnico di questa modifica del regolamento e spiega nel dettaglio l’iniziativa: “In consiglio provinciale è stata approvata la modifica dell’articolo 6 del regolamento sull’IPT: questa modifica ci permette di attribuire una riduzione dell’imposta pari al 90 per cento per tutti i disabili che vengono esclusi dall’esenzione prevista dalla normativa statale. Questa agevolazione sarà a favore direttamente dei disabili oppure alle persone cui sono fiscalmente a carico. Avremmo voluto realizzare un esenzione totale ma ciò non è stata valutata come giuridicamente possibile, abbiamo pertanto optato per una fortissima riduzione pari al 90 per cento”.

    Il consigliere: “Sostegno concreto a chi ha affronta maggiori difficoltà

    Rizzato continua specificando: “Non si tratta di grandi somme di denaro ma la volontà di questa iniziativa è quella di lanciare un forte messaggio di vicinanza e sostegno ai disabili e alle loro famiglie: un sostegno non solo verbale ma concreto, verso persone che già quotidianamente affrontano difficoltà e costi sicuramente maggiori rispetto alle altre persone. La proposta di questa modifica è stata presentata dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti: fin da subito abbiamo sposato l’idea e ci siamo attivati per metterla in pratica. Si tratta, a mio avviso, di un piccolo ma importante passo in avanti verso una Provincia più inclusiva e più attenta alle persone con disabilità”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni