mercoledì, 7 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeGuerra in UcrainaUcraina, da Montegrotto Terme aiuti per Davidov

Ucraina, da Montegrotto Terme aiuti per Davidov

Banner edizioni

Ucraina: da Montegrotto Terme attivato un corso di italiano per i rifugiati e raccolta di aiuti per il Comune di Davidov

La città di Montegrotto Terme è attiva per l’emergenza in corso per la guerra in Ucraina. L’amministrazione comunale, dopo aver ricevuto la richiesta da parte del sindaco e di alcuni consiglieri della città di Davidof, vicino a Leopoli, ha attivato una raccolta di materiali da destinare ai profughi ucraini. Il materiale (generi alimentari in scatola, prodotti per l’igiene personale e materiale sanitario) potrà essere consegnato presso il centro comunale “Gino Strada” di Via Diocleziana, 4 a Montegrotto Terme dalle ore 15 alle ore 18 fino al 24 aprile. Poi saranno gli stessi volontari dell’Auser che si stanno occupando della raccolta a provvedere alla consegna.
“Faccio un appello – dice il sindaco Riccardo Mortandello – alla sensibilità di tutti, che non deve scemare dopo qualche settimana perché le condizioni di chi ha dovuto lasciare la propria casa vanno peggiorando, non possiamo abituarci alla sofferenza”. Per i cittadini ucraini arrivati aMontegrotto Terme a causa del conflitto in atto, l’amministrazione comunale offre, inoltre, un corso di italiano. Il corso si terrà in biblioteca civica Alda Merini il martedì e giovedì dalle 10 alle 12.
Il personale impiegato per l’attivazione del corso è in possesso dei requisiti necessari per l’insegnamento dell’italiano come L2 e verrà supportato da alcuni cittadini ucraini che vivono già in Italia da qualche tempo.
“L’obiettivo – afferma la vicesindaca con delega al Sociale Elisabetta Roetta – è diffondere la lingua e la cultura italiana per favorire l’inclusione degli stranieri accolti. I cittadini ucraini hanno manifestato fin da subito la volontà di apprendere la nostra lingua, non solo per rendersi autonomi e integrarsi ma anche per la ricerca di un’occupazione. Anche per i bambini che hanno cominciato a frequentare la scuola viene messo a disposizione un mediatore culturale”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le più lette

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy