domenica, 29 Gennaio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoPadovaCalcio C Padova, stasera la partita che vale la finale promozione

Calcio C Padova, stasera la partita che vale la finale promozione

Banner edizioni

Questa sera alle 19, all’Euganeo, va in scena Padova-Catanzaro, semifinale di ritorno dei play off. Ci sarà un bel colpo d’occhio.

Il Padova potrebbe essere la prima squadra a raggiungere la finale dei playoff di Lega Pro, da quando la post-season è strutturata con la formula attuale, per la seconda stagione di fila dopo aver perso il pass per la B l’anno scorso, duplice 0-0 contro l’Alessandria e promozione dei grigi piemontesi grazie alla lotteria dei calci di rigore.
C’è fiducia da parte di mister  Massimo Oddo. “”Stiamo bene, siamo carichi, sappiamo che sarà una partita complessa, d’altronde è una semifinale. Troviamo un avversario forte, e sarà bella anche da vedere, ma non siamo da meno. Siamo convinti dei nostri mezzi. Sarà una partita simile all’andata, dobbiamo vincere noi e deve vincere anche il Catanzaro, bisogna cercare di non prendere gol ma anche di farlo, quando l’avversario è forte bisogna anche adeguarsi, ci siamo adattati al campo. A Catanzaro avevamo problemi anche di formazione, ora cercheremo di fare meglio in fase propositiva”. Più spregiudicati rispetto a Catanzaro? “È una questione di atteggiamento, vogliamo fare meglio in fase offensiva. La nostra idea è fare meglio dell’andata dal punto di vista della fase offensiva.”
Il pubblico? “È stata aumentata la disponibilità dei tagliandi, la gente ci crede, abbiamo un ostacolo difficile da superare. Jelenic dal primo minuto penso sia difficile, ma per una ventina di minuti penso che possa entrarci.”
Ronaldo? “Le valutazioni sono molteplici da fare, quando non ne avrà più uscirà, la partita potrebbe anche durare oltre i novanta minuti e ci devono essere valutazioni di un certo tipo. La fretta non serve a nulla. Ora siamo in perfetta parità, ora ci vuole lucidità e intelligenza.” Chiricò? “Adesso sta bene, aveva un problema prima di Catanzaro, ho preferito non mandarlo in campo dall’inizio anche in prospettiva del ritorno. Ho un’idea in testa, ma non sono un pazzo. Mi adatto alla squadra che ho.
Vivarini ha detto che hanno dominato? Ognuno la vede a modo suo, vedremo alla fine”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy