martedì, 5 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoCavarzereCavarzere, preoccupano i lavori sull’Adige: a rischio il traffico nelle frazioni

    Cavarzere, preoccupano i lavori sull’Adige: a rischio il traffico nelle frazioni

    Banner edizioni

    Preoccupano i lavori sull’Adige a Cavarzere. Munari: “Chiesti due turni di lavoro per dimezzare i tempi e sistemata la cartellonistica”

    Sono stati consegnati i lavori per l’intercettazione delle filtrazioni sull’arginatura sinistra del fiume Adige, in località Cavanella d’Adige a Chioggia. Un cantiere che avrà importanti ripercussioni anche sulla viabilità di Cavarzere.

    “Si tratta di un importante intervento – spiega l’assessore al Dissesto idrogeologico della Regione del Veneto, Gianpaolo Bottacin – per il quale abbiamo messo a disposizione 1,3 milioni di euro nell’ambito dei lavori coordinati dalle strutture regionali del Genio Civile”. L’arginatura sinistra del fiume Adige, fra gli stanti 675-676 è infatti caratterizzata dalla presenza di “rilevanti fenomeni di filtrazione a campagna nonché dall’attivazione di fontanazzi anche a distanze superiori a 30 metri dall’unghia dell’argine, che si attivano con modesti innalzamenti dei livelli idrometrici del corso d’acqua” sottolinea la Regione. Condizioni meteo e imprevisti permettendo, i lavori, per i quali è stata prevista una durata di 180 giorni, dovrebbero essere ultimati entro il mese di settembre.

    Una situazione, questa, che preoccupa il consigliere comunale di Cavarzere Emanuele Pasquali, che ha presentato un’interrogazione al sindaco chiedendo se sia stato aperto un tavolo di concertazione con il Comune di Chioggia e gli altri enti coinvolti, ovvero la Città Metropolitana di Venezia  e il Genio Civile, in modo da studiare una viabilità alternativa. Inoltre, Pasquali chiede di intervenire nelle sedi opportune per evitare che le frazioni Boscochiaro, San Pietro e Dolfina, siano schiacciate dal traffico per le località balneari, dato che le auto dovranno necessariamente passare per il centro delle frazioni per raggiungere le spiagge di Rosolina, Isola Verde e Sottomarina.

    “Nei giorni scorsi c’è stato un incontro con tutti i sindaci interessati – informa il primo cittadino Pierfrancesco Munari –. In questa sede abbiamo chiesto che l’opera sia eseguita non su un turno quotidiano ma su due turni di lavoro, così da cercare di dimezzare i tempi”. Munari fa sapere che “la bretella sotto argine è impraticabile per motivi di sicurezza” e che “abbiamo sistemato la cartellonistica verticale indicando la problematica anche a monte e non solo il prossimità del ponte”. L’auspici del sindaco è che “la posizione di questa barriera sull’Adige possa avvenire in poche settimane in modo da poter poi prevedere un senso di marcia alternato”.

    Giorgia Gay

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni