domenica, 3 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoChioggiaChioggia: un mediatore culturale per aiutare i bambini giunti dall’Ucraina

    Chioggia: un mediatore culturale per aiutare i bambini giunti dall’Ucraina

    Banner edizioni

    Chioggia: attivato il servizio per i 17 bambini e ragazzi provenienti dalle aree della guerra in Ucraina

    Bambini Ucraina
    Bambini Ucraina

    Tra le azioni proposte a favore delle persone straniere presenti nel territorio del Comune di Chioggia, si è di recente attivato il servizio di mediazione culturale linguistico per il finale dell’anno scolastico 2021/2022, per rispondere in particolare alla situazione causata dal conflitto in corso in Ucraina e al conseguente esodo di persone e nuclei familiari con figli in età scolare.

    La figura del mediatore culturale scolastico ha un ruolo di ponte e facilitatore all’interno del contesto scolastico tra gli alunni stranieri, le relative famiglie e gli insegnanti. Contribuisce, insieme con docenti e genitori, al superamento del disagio che gli allievi possono vivere in maniera anche drammatica, a causa, in particolare, del trauma vissuto nel caso particolare da fuga da un conflitto o da situazioni a rischio.

    La figura è di accompagnamento agli alunni nel nuovo percorso scolastico, agevolando ed aiutando nell’orientamento nel nuovo contesto. Concretamente il servizio, affidato alla cooperativa sociale REM – già attiva nel coordinamento delle azioni di accoglienza – ha potuto raccogliere i bisogni delle scuole del territorio, valutare con le insegnanti le priorità e attivare un’equipe di mediatori e mediatrici culturali per affiancare gli alunni segnalati.

    “Sono 17 le segnalazioni già pervenute di bambini e ragazzi che attualmente frequentano le scuole, di cittadinanza ucraina, e non solo – spiega l’assessore alle Politiche sociali Sandro Marangon – 3 alla scuola dell’infanzia, 9 alla scuola primaria, 5 alla secondaria di primo grado. Diversi altri alunni ucraini continuano, al momento, a svolgere le lezioni online, grazie alle piattaforme per la didattica a distanza”. 

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni