mercoledì, 7 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoBassa PadovanaEste approva il piano triennale: “Cambierà il volto della città”

Este approva il piano triennale: “Cambierà il volto della città”

Banner edizioni

Approvato ad Este il piano triennale delle opere pubbliche 2022-2024. Sindaco Pajola: “Piano ambizioso, com’è giusto che sia”

E’ stato approvato dalla Giunta Comunale, con delibera n. 30/22, il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2022-2024, e presentato venerdì 29 aprile al Consiglio Comunale come parte integrante del DUP, il Documento Unico di Programmazione, principale strumento per la guida strategica e operativa dei comuni.

“Il piano triennale delle opere pubbliche 2022 – 2024 è ambizioso, come è giusto che sia, e tiene conto sia di interventi già oggetto di finanziamento, sia della possibilità di accedere ad ulteriori linee di contributo qualora venissero attivate dagli Enti preposti, anche a seguito della messa a disposizione di fondi attraverso il P.N.R.R. o altre iniziative.- spiega il Sindaco Matteo Pajola. – Il programma delle opere è strutturato in modo da dare risposta alle varie criticità riscontrate nel territorio sotto vari punti di vista, derivati da carenze infrastrutturali e da nuove esigenze rappresentate dalla popolazione. Tiene conto anche della necessità di incrementare i servizi e gli spazi di aggregazione e sviluppo del tessuto cittadino”.

Il primo progetto che salta all’occhio per spessore ed importanza è quello che riguarda i Giardini del Castello Carrarese. E’ stato predisposto un progetto di fattibilità tecnico economica, inserito nel Piano Triennale, che prevede la sistemazione dei giardini del Castello. Il progetto comprende la sostituzione ed il rifacimento dell’area attrezzata, la messa a norma dei percorsi al fine di consentire l’accessibilità, la piantumazione di alcune essenze e la riorganizzazione degli spazi in modo da rendere ulteriormente armonioso ed usufruibile il contesto storico, per eventi e per esposizioni temporanee. Tale progetto è stato candidato al Ministero dei beni culturali e nei prossimi mesi si attende l’esito.

Molti altri interventi inseriti spaziano attraverso il rinnovato interesse per il recupero del patrimonio edilizio esistente, come nel caso di Villa Mattiolo, nella Frazione di Motta. Nelle intenzioni dell’Amministrazione potrebbe diventare un Ostello legato al turismo naturalistico e sportivo, nonché un punto di incontro tra sportivi e famiglie che vogliano condividere la passione per la mobilità sostenibile.

Tra le opere più importanti in programma vi è anche il recupero della Ex scuola Zanchi, che potrebbe essere restituita alla comunità come ambiente a disposizione delle Associazioni sportive e culturali. Un nuovo punto aggregativo per la città, per il quale si sta valutando anche la possibilità di realizzare una comunità energetica.

“E’ stato anche definito il recupero della sala definita “Dei Battuti”, adiacente alla Palestra di San Francesco all’ex Vescovile, che potrebbe diventare una sala espositiva o per convegni a disposizione della cittadinanza”. – aggiunge il Sindaco Pajola.

Per quanto riguarda i cimiteri cittadini, verrà realizzato un blocco loculi in Cimitero Maggiore da destinare a tombe di famiglia, oltre ad altri interventi di manutenzione ed integrazione dei servizi resi e disponibili nei cimiteri.

“Sono importanti anche gli interventi sugli immobili di edilizia residenziale pubblica – continua il Sindaco. – Il progetto prevede la ristrutturazione di 30 alloggi. Si interverrà poi sulla messa in sicurezza della viabilità, con interventi di manutenzione anche dei ponti storici, oltre che del Ponte di Sostegno”.

A questo si aggiunga che è intenzione dell’Amministrazione realizzare un intervento di efficientamento complessivo sui fabbricati comunali, scolastici ed istituzionali e sugli impianti a rete esistenti nel territorio, dalla pubblica illuminazione al teleriscaldamento, fino alla realizzazione delle suddetta comunità energetica dell’ex Zanchi.

“Sarà anche avviato a breve il completamento della pista ciclabile di collegamento tra Este ed Ospedaletto Euganeo, questo con l’utilizzo di fondi non comunali. Verrà realizzata una passerella e una rotatoria in adiacenza a via Comuna, continuando nell’ottica di costante lavoro di messa in sicurezza della viabilità e mobilità sostenibile”. – conclude il Sindaco.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Padova

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy