venerdì, 1 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoBassa PadovanaEste, Schiavonia: "Mai più Covid Hospital"

    Este, Schiavonia: “Mai più Covid Hospital”

    Banner edizioni

    Este, mozione su Schiavonia: continuano le azioni da parte dell’amministrazione comunale nell’eventualità di una nuova ondata: “Mai più Covid Hospital”

    Ospedale di Schiavonia

    Continuano le azioni da parte dell’amministrazione comunale per evitare che l’ospedale Madre Teresa di Calcutta di Schiavonia torni ad essere Covid hospital in caso di una nuova ondata di pandemia. Nel consiglio comunale dello scorso 29 marzo è stata approvata la mozione presentata dalla maggioranza del sindaco Matteo Pajola, su proposta dei consiglieri comunali di Monselice, per una soluzione alternativa alla chiusura dell’ospedale di Schiavonia in caso di ritorno del coronavirus.

    La destinataria della mozione è la Regione Veneto che dal 2020 ha deciso di togliere l’ospedale della Bassa padovana ai pazienti acuti e alle emergenze, per accogliere i malati Covid: “Una battaglia attuale e in prospettiva fondamentale per salvare il nostro ospedale che si rivolge ad oltre 180 mila abitanti” spiega il primo cittadino Pajola. La Regione Veneto ha previsto che anche per il 2023 il nosocomio sia destinato alla pandemia, un fatto che continua a preoccupare cittadini e sindaci della Bassa. Matteo Pajola più volte durante lo scorso anno aveva annunciato di intraprendere azioni legali verso la Regione se non si fosse trovata una soluzione diversa ed ha ribadito la presa di posizione a portare avanti la questione in sede giudiziaria.

    Il gruppo civico L’Altra Este nei giorni successivi al consiglio comunale ha però messo in luce le contraddizioni sollevate dalle minoranze di Este durante la discussione consigliare: La ex sindaca e consigliera Roberta Gallana ha commentato che “i cittadini hanno bisogno di risposte concrete”, spiegano da L’Altra Este, ed ha anche aggiunto che “a sparare le idee sono bravi tutti. Voglio vedere se questa amministrazione ha la capacità di portare i servizi socio sanitari presso l’ex ospedale di Este. Ci vogliono i fatti”.

    “Un commento inopportuno, dato che l’ex sindaca non ha mai saputo in passato garantire una posizione verso l’ospedale” concludono i portavoce del gruppo.

    Giada Zandonà

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni