mercoledì, 7 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVenezianoMiranese NordImprese femminili in aumento nel Miranese

Imprese femminili in aumento nel Miranese

Banner edizioni

Imprese femminili nel Miranese: sono 1920, 21 in più rispetto all’anno precedente

Impresa femminile
Impresa femminile

Nuove opportunità e aumento delle aperture per le imprese “al femminile” nel Miranese. L’Associazione Artigiani del Miranese ha registrato nel 2021 un aumento considerevole di imprese gestite da donne, e invita ora a cogliere un’importante opportunità dedicata all’imprenditoria femminile con un servizio di assistenza e supporto per la partecipazione al bando, proposto dal Mise, che mette a disposizione i fondi Pnrr negli sportelli dell’associazione sul territorio. Dai dati diffusi dalla Camera di Commercio, le imprese “rosa” attive nel Miranese sono 1920, 21 in più rispetto all’anno precedente, e una percentuale sul territorio pari a un’azienda su cinque per quanto riguarda quelle guidate da una donna. Nei singoli comuni, Mirano è in testa con 469 imprese (il 28.25% dell’intero comprensorio), seguito da Spinea (311) e Scorzè (276) con un valore che, nel confronto con l’intera provincia, è pari al 13,91%. Il settore in cui le donne sono più presenti nel ruolo di imprenditrici, è quello del commercio all’ingrosso e al dettaglio che le vede guidare 499 del circa 3700 imprese totali del Miranese. Segue “agricoltura, silvicoltura e pesca”, con 221 aziende “rosa” delle quali 47 a Martellago, 46 a Scorzè, 34 a Noale e 32 a Mirano, poi servizi (259), attività di ristorazione e alloggio (165) e attività immobiliari (147). Dati i riscontri favorevoli, può dunque ora partire la ricerca dei contributi per le imprese rosa del territorio del fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile, attivato presso il Ministero dello sviluppo economico, con l’obiettivo di sostenere nascita, sviluppo e consolidamento delle imprese guidate da donne tramite contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati. Per il Miranese, saranno quattro le tipologie coinvolte: cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie, società di capitale con quote e componenti degli organi di amministrazione per almeno i due terzi di donne, imprese individuali con titolare donna e lavoratrici autonome con partita Iva. Per le nuove imprese, o costituite da meno di 12 mesi, lo sportello è disponibile da inizio maggio, mentre per le imprese avviate, costituite da oltre 12 mesi, sarà attivo dal 24 maggio.

Massimo Tonizzo

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Venezia

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy