venerdì, 20 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova. Apre il ristorante panoramico all'ex Foro Boario

    Padova. Apre il ristorante panoramico all’ex Foro Boario

    Banner edizioni

    Rinasce l’area dell’ex frontone in Prato della Valle grazie ad un gruppo di giovani imprenditori padovani

    Sono passati venti anni, ha visto passare sei amministrazioni e cinque sindaci. Oggi, è stato restituito ai padovani un luogo simbolo della città.  Un progetto ambizioso e visionario che concorre alla rivalutazione dell’Ex Foro Boario e di Prato della Valle, dove l’Amministrazione ha già investito tra operazioni di recupero e restauro.

    Un esempio di rigenerazione urbana della città grazie all’aiuto dei privati. Si tratta, infatti, del primo project financing di Padova, un accordo pubblico privato, in questo caso  la Parcheggio e Immobiliare Prato della Valle Srl , che la vede per 39 concessionaria. Ma il 14% dei ricavi saranno dati al Comune provenienti dal parcheggio e dall’affitto dei locali.

    Tra questi anche il ristorante ” ex Foro” gestito da sei giovani imprenditori padovani. Un segnale positivo e di ripresa in un contesto decisamente complicato per il settore della ristorazione.

    Sono contento –  commenta il Sindaco perché siamo riusciti a gestire un problema difficile che è andato avanti moltissimo tempo. Abbiamo consegnato un gioiello alla città. Sono giovani imprenditori e sono contento anche di questo. Insomma, rivitalizziamo un luogo importante della città, in parte già rivitalizzato con un parcheggio fruibile facilmente.”

    Un nuovo luogo si apre a cittadini e nuovi visitatori, anche per socializzare, passare una serata in compagnia, in un ambiente curato e dall’interior design raffinato, affacciato ad una delle più grandi piazze d’Europa.

    Sono partiti molti progetti similari in Veneto –  sottolinea l’Assessore alla cultura – molti si sono perduti. Grazie a Sergio questo progetto è stato portato a termine. E’ il primo project che si realizza concretamente a Padova. Una sorta di segno del destino. Il primo è del 1775. Prato della Valle fu una grande operazioni di project e anche le statue sono realizzate con il project. Anche oggi molte statue sono state restaurate grazie a cittadini e imprese. E’ una città che si riconosce  nel suo patrimonio culturale. Non capita spesso a Padova sta accadendo “

    Sono giovani che hanno deciso di investire su Padova in questo luogo magnifico portando un ristorante di respiro internazionale.  – commenta l’ Assessore al commercio e attività produttive  – Questo aumenta la qualità complessiva della città in termini anche di qualità che diamo ai turisti ai cittadini. E’ il segno di un rinnovamento anche dei locali nell’ambito della ristorazione che sta portando altissima qualità di Padova

    Il locale

    Ora sarà possibile cenare con vista dall’alto di Prato della Valle. L’area dell’ex frontone in Prato della Valle ha il suo ristorante panoramico. Il locali si chiama Ex Foro. Un’impresa dinamica, diversificata e sempre più in crescita. Dopo diverse esperienze all’estero sei giovani imprenditori padovani ( Edoardo Zoppellaro, 29; Umberto Marzotti, 29; Alessandro Pigozzo, 25; Giacomo Miozzo, 29; Filippo Nasci, 26; Matteo Pacchioni, 32) hanno deciso di tornare e di investire nella città del Santo.

    Futuro, storia, arte e tecnologia. Un ristorante del futuro, in una location storica, con due con terrazze panoramiche ed una vista spettacolare. I posti a sedere sono 140, due gli chef stellati. Sarà aperto la sera dal mercoledì a domenica dalle 18 alle 24. Nel weekend orario prolungato. Nei prossimi mesi, dopo un periodo di rodaggio, i titolari decideranno se aprirlo anche a pranzo. Una visione innovativa della ristorazione pronta ad offrire ai futuri clienti un’esperienza immersiva, tra nuove tecnologie, design contemporaneo e un’atmosfera accogliente e sofisticata.

    Il progetto è stato realizzato con particolare riguardo all’aspetto estetico e al design degli interni – precisa uno dei soci – Abbiamo coinvolto un team di architetti, di matrice padovana (Studio Aacm) provenienti da importanti esperienze in Italia e all’estero, che si sono riuniti per produrre insieme a noi un progetto unico e visionario, che sposi opere d’arte a momenti di consumo. Un lavoro di squadra svolto assieme alla Soprintendenza, per ottenere il miglior risultato nel pieno rispetto del valore storico e artistico della location di Peretti“.

    Sara Busato 

     

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni