giovedì, 19 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova. Piazza Mazzini cambia volto

    Padova. Piazza Mazzini cambia volto

    Banner edizioni

    Cambia la viabilità. Aumenta il verde. Nuova illuminazione a led, maggiore bellezza e sicurezza.

    Piazza Mazzini cambia volto e cambia forma della piazza: aumenta la parte pedonale verso i portici, con l’obiettivo di rendere più viva quella parte che oggi è più un retro.  Alla piazza che si affaccia su viale Codalunga poi verrà aggiunta anche una potente illuminazione con l’obiettivo di riqualificare la zona.

    ”  Un’altra promessa che abbiamo mantenuto e che portiamo a termine – commenta soddisfatto il Vicesindaco – Parte il cantiere di qualificazione di Piazza Mazzini. Sarà una piazza più bella più fruibile e più accogliente. Gli spazi pedonali che vengono allargati con una pavimentazione nuova e una nuova illuminazione. Ci troviamo in una zona molto bella della città che insieme a P.zza De Gasperi e Giardini  dell’arena ridisegna la città in un’ottica di miglioramento della qualità per maggiore fruibilità degli spazi “

    Il progetto è inserito nell’elenco delle opere pubbliche del Comune di Padova per il 2021, riguarda la realizzazione delle opere a servizio della sicurezza della circolazione dell’ambito di Piazza Mazzini. L’intervento rientra nel progetto complessivo per la riqualificazione di un’ampia zona del centro storico della città, in particolare dai Giardini della Rotonda a Ponte Mulino, in una prospettiva di valorizzazione delle valenze del territorio, del miglioramento della sicurezza stradale dello sviluppo della mobilità sostenibile e dell’accessibilità

    Il progetto

    Da lunedì 16 maggio apre il cantiere. Sarà la Patavina Srl ad occuparsi dei lavori di restauro, chiamata a realizzare piccole isole pedonali, restringere la piazza e fare una nuova pavimentazione. Il progetto ( costo di 500 mila euro)  prevede la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra Viale della Rotonda e Piazzale Mazzini e la modifica del verso di percorrenza di alcuni tratti del Piazzale stesso al fine di pendere pedonale gli spazi di fronte alla Casa del Mutilato. L’idea è quella di creare quindi un collegamento pedonale tra i giardini pubblici di Piazzale Mazzini e quelli storici della Rotonda.

    Il presente progetto  –  illustra l’Arch. Marescotti – prevede la riorganizzazione della mobilità e la riqualificazione degli spazi adibiti ai giardini pubblici. In particolare è  prevista la realizzazione di una rotatoria  per agevolare le manovre verso i diversi tratti.  In particolare il tratto nord diviene percorribile in uscita della nuova rotatoria verso il tratto di piazzale Mazzini, verso viale Codalunga;  il tratto ad ovest della casa del mutilato sarà percorribile lungo ambo le direzioni ma solo per il traffico proveniente da via Vendramini o diretto a via Dalla Vedova; infine il tratto est della Casa del Mutilato sarà percorribile dalla rotatoria di via Giotto, attraverso il tratto che costeggia i giardini pubblici in ingresso alla nuova rotatoria

    La parte di strada davanti alla casa del mutilato non sarà più percorribile per l’allargamento degli spazi destinati al verde e per la realizzazione di una piazza in parte occupata dal percorso pedonale.

    All’interno del progetto sono stati individuati alcuni edifici rimarchevoli di valore  – Casa del Mutilato,  il pensionato Piaggi, Palazzo Maldura, la Chiesa del Carmine, l’edificio Liberty di via Giotto e  giardini della Rotonda – da collegare al monumento del Mazzini in modo che quest’ultimo venga a trovarsi all’interno di una rosa dei venti disegnata a terra dai vialetti pedonali dei giardini

    Progettazione partecipata

    Durante le diverse fasi di progettazione sono state promosse alcune iniziative di partecipazione pubblica tali iniziative hanno consentito di raccogliere problematiche proposte idee per la visualizzazione dell’area

    Soddisfatto anche il Comitato ” Una piazza che vive è una piazza che non ha più degrado. E questo era uno dei limiti di P.zza Mazzini. Quello che il Comune ha progettato, é’ una strada vincente, cioè l’idea di rendere vivibile Piazza Mazzini. Una volta che sarà riqualificata la piazza, siamo convinti che anche  il commercio riprenderà  e gli studenti avranno una piazza dove incontrarsi. E’ un progetto che porterà un risultato positivo. Chiediamo comunque attenzione da parte del Comune al tema della viabilità. Chiediamo uno studio di  soluzioni che non complichino ulteriormente la zona. 

    Sara Busato

     

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni