venerdì, 20 Maggio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenetoAttualitàSchiavonia, oggi il sottosegretario Costa in visita all'ospedale

    Schiavonia, oggi il sottosegretario Costa in visita all’ospedale

    Banner edizioni

    Il sottosegretario di Stato alla salute Andrea Costa in visita all’ospedale di Schiavonia di Monselice

    La visita per portare il suo sostegno e la sua vicinanza ai medici ed operatori che per primi hanno conosciuto le difficoltà della pandemia. (Continua a leggere dopo la gallery

    Nel tardo pomeriggio il sottosegretario ha visitato la struttura ospedaliera accompagnato dal direttore generale Ulss 6 Euganea Paolo Fortuna, dal direttore sanitario Aldo Mariotto, dalla direttrice dell’amministrazione Michela Barbiero e da alcuni medici e primari. «Un grande grazie a tutte le figure che in questi due anni hanno svolto un ruolo essenziale per i cittadini» commenta il sottosegretario Costa «una pandemia che ha portato fatiche e dolore e per questo è giusto che le istituzioni vengano direttamente nel territorio a portare il loro sostegno e a testimoniare la vicinanza a chi è in prima linea». (Continua a leggere dopo i video)

    Il sottosegretario ha voluto accogliere le istanze del personale medico per condividere assieme dei percorsi che possano dare risposte concrete ai cittadini: «Ho visitato tante strutture e non è semplice trovare ospedali come questo, con strumentazione all’avanguardia, personale preparato e spazi giusti» continua Costa «Un ospedale che ha dato tanto alla comunità e l’obiettivo è quello di arrivare alla convivenza con il virus per permettere a tutti gli ospedali italiani di garantire e proseguire l’attività ordinaria, è questo l’obiettivo che stiamo cercando di perseguire».

    Alla visita era presente anche Giorgia Bedin, sindaca di Monselice e presidente della conferenza dei sindaci della Uls 6 che dopo i ringraziamenti per la visita del sottosegretario ha spiegato l’importanza che l’ospedale che serve 180 mila cittadini della Bassa padovana continui il suo servizio anche per emergenze ed acuti: «L’ospedale serve un territorio vasto ed il nostro auspicio come rappresentante dei sindaci, è quello che la struttura di eccellenza di cura a cui ci possiamo appoggiare possa rimanere a disposizione di tutta la popolazione e di tutti i tipi di patologie» conclude Bedin.

     

    Giada Zandonà

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni