sabato, 2 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoMiranese SudSpogliatoi di Zianigo, è scontro politico

    Spogliatoi di Zianigo, è scontro politico

    Banner edizioni

    Zianigo. Tre le principali soluzioni in ballo: la zona accanto ai campi esistenti dietro la cittadella scolastica, l’area a est di via Bakhita oppure quella accanto al cimitero

    Mirano

    Si è tenuto nelle scorse settimane il secondo incontro dei capigruppo in Consiglio Comunale di Mirano per discutere le possibili soluzioni alternative per gli spogliatoi che serviranno allo Zianigo calcio, il controverso progetto previsto da realizzarsi presso l’area del parco di Villa Bianchini e che aveva sollevato diverse perplessità dalle associazioni, dai partiti di opposizione e qualche mal di pancia anche in maggioranza. Si è trattato di un incontro aperto, in cui si sono valutate tutte le alternative possibili per tentare di uscire dall’impasse venutosi a creare. Presenti anche il vicesindaco Giuseppe Salviato e i tecnici comunali. Tre le principali soluzioni in ballo :la zona accanto ai campi esistenti dietro la cittadella scolastica, l’area a est di via Bakhita oppure quella accanto al cimitero. Quella più percorribile, al momento, sembra essere quella di via Bakhita, sostenuta anche dai 5 Stelle e su cui, peraltro, sarebbero favorevoli, dalla maggioranza, anche gli esponenti della lista civica “Io scelgo Mirano”. I quali, d’altro canto, avevano avanzato il progetto da realizzarsi alle scuole.

    “Ringraziamo la giunta per aver dato spazio alla nostra soluzione alternativa– dichiara Francesco Venturini capogruppo di “Io scelgo Mirano”. “La nostra idea rispondeva a diversi bisogni. Collegando Zianigo tramite una ciclabile (tracciato già previsto nel precedente Prg) ai campi sportivi dietro alle scuole, sarebbe possibile creare una cittadella dello sport in sinergia con diverse realtà sportive (dal rugby, al calcio e non solo). Così ci sarebbe anche la possibilità di collegare Zianigo al centro con una ciclabile. L’idea è stata condivisa dall’ex assessore Alberto Gregio. C’è solo da capire se il progetto può integrarsi o meno con la proposta esistente del Rugby Mirano. Ad ogni modo siamo aperti a qualunque soluzione che si rivelerà migliore da tutti i punti di vista, anche a quella di via Bakhita”. In precedenza il gruppo capitanato da Venturini era stato l’unico in maggioranza a proporre una sospensione del progetto per realizzare un tavolo di lavoro capace di trovare soluzioni alle contrapposizioni venutesi a creare. “Al centro ci sarà la tutela della villa e l’attenzione alle necessità della società sportiva- conclude. Sul progetto iniziale, il vicesindaco Salviato, per ora, non commenta “Sappiamo che il Tar, con propria ordinanza ha rigettato la richiesta di sospensiva presentata dall’associazione ricorrente (Italia Nostra ) e ora – dice- siamo in attesa del deposito della sentenza”.

    Riccardo Musacco

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni