sabato, 2 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeTrevigianoA Treviso arriva una gara nazionale di Orienteering

    A Treviso arriva una gara nazionale di Orienteering

    Banner edizioni

    Treviso ospita il prossimo 4 giugno una gara nazionale di Orienteering, quarta tappa della Coppia Italia Sprint.

    Per la prima volta a Treviso, nell’anno in cui il capoluogo è Città Europea dello Sport, una gara nazionale di Orienteering, evento di rilievo in quanto quarta tappa della Coppa Italia Sprint. Si è tenuta a questo proposito questa mattina una conferenza stampa a Palazzo Rinaldi a Treviso alla presenza di Andrea De Checchi, vicesindaco di Treviso, Renzo Ghedin, Ascom Treviso, Francesco Bazan, Presidente società Orienteering Treviso ASD, Jessica Lucchetta, Consigliere comitato regionale FISO e Guido Viel, Dirigente Orienteering Tarzo ASD. Per la competizione, fissata per il 4 giugno, è previsto l’arrivo in città di 600 atleti in città.

    La FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento) ha optato per Treviso per tre ragioni. Innanzitutto per gli aspetti tecnici in quanto le stradine, i vicoli, i portici della città si prestano molto bene alla creazione di tracciati di alto livello, complessi ma veloci. In secondo luogo perché Treviso è una città accogliente e quindi un ottimo luogo per promuovere lo sport Orienteering e abbinare alla gara una proposta turistica. Infine per premiare Orienteering Treviso ASD.

    Orienteering a Treviso. Il vicesindaco Andrea De Checchi: “attenzione a 360° a tutte le discipline sportive”

    Il vicesindaco di Treviso Andrea De Checchi ha sottolineato l’importanza di dare visibilità a tutti gli sport. A suo parere “il compito principale della politica dello sport è dare la possibilità di iniziare e continuare la pratica dello sport pur non essendo ‘terzini’”. Per questo ha rimarcato la piena disponibilità di Treviso a dare visibilità a tutti i soggetti che organizzano eventi di un certo livello relativi a discipline poco conosciute. “È proprio questa attenzione a 360° a tutte discipline sportive ad aver incoronato Treviso città europea dello sport 2022” ha aggiunto De Checchi.

    Per il vicesindaco si tratta di una disciplina con insita una dose di “novità, simpatia e visibilità oltre a grandi contributi atletici”. Inoltre, atleti di alto livello si confronteranno con il tessuto cittadino e questo si lega al “’marketing territoriale’: è una vetrina commerciale per Treviso”; infatti non tutti gli sport hanno possibilità di far vedere città. L’appello del vicesindaco è che sia “una giornata di grande festa sportiva e non”.

    Saranno presenti gli atleti della Nazionale Italiana tra cui Riccardo Scalet, medaglia di bronzo nella gara di Coppa del Mondo in Cansiglio nel 2021 e Francesco Mariani, Campione Mondiale Junior in carica nella specialità Sprint. Per gli Italiani la gara sarà molto importante in quanto prova di selezione per i Campionati del mondo che si svolgeranno in Danimarca a fine giugno. È annunciata la presenza anche di alcuni atleti della nazionale Svizzera, una delle nazioni più forti al mondo.

    “La gara di orienteering –  ha spiegato Francesco Bazanconsiste in una corsa individuale che ha come obiettivo il transito per dei punti di controllo indicati nella apposita mappa, che viene consegnata all’atleta solamente al momento del via, seguendo una sequenza precisa. Ogni atleta sceglie il percorso che ritiene migliore tra un punto e l’altro. Vince chi impiega meno tempo a completare l’intero percorso senza errori”. 

    La gara di Treviso è uno “Sprint”, vale a dire una gara breve (il tempo del vincitore sarà di circa 15 minuti), molto veloce, nervosa, reattiva. Le gare Sprint si svolgono in centri abitati e sono nate per dare maggiore visibilità allo sport dell’Orienteering rispetto alle gare che si disputano in bosco.

    Anche Asom-Confcommercio Treviso sostiene questa iniziativa in virtù del carattere sostenibile e inclusivo dell’orienteering e del suo essere vetrina per la dimensione slow della città, che consente di apprezzare la natura, i ritmi lenti dei corsi d’acqua, i parchi e molti scorci suggestivi restituendo un’esperienza immersiva in uno spazio pubblico che dimostra di sapersi modulare sulla base di un nuovo pubblico.

    L’Orienteering si lega quindi alla dimensione amatoriale-familiare sport e alla dimensione del dopo gara. In Veneto ci sono 30 delle 200 società affiliate alla Federazione Nazionale Sport Orienteering FISO. I tesserati in Italia sono in media circa 10.000.

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni