domenica, 3 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsTurismo Treviso: inaugurato il nuovo IAT in piazza Borsa

    Turismo Treviso: inaugurato il nuovo IAT in piazza Borsa

    Banner edizioni

    Turismo, taglio del nastro per il nuovo IAT di Piazza Borsa a Treviso questa mattina. Presente anche l’assessore al Turismo Federico Caner.

    Questa mattina alle 10.45 è stato inaugurato il nuovo Ufficio IAT di Piazza Borsa a Treviso completamente rinnovato negli allestimenti. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza dell’assessore al Turismo Federico Caner. Il progetto rientra nelle politiche di accoglienza nella destinazione turistica dell’OGD che, assieme a quello dell’aeroporto “Antonio Canova” – parte del Piano Strategico del Turismo Veneto, completa l’offerta nella riqualificazione di uffici turistici quali Hub strategici, ossia le “Porte dell’Accoglienza” per il Veneto e l’Italia.

    I lavori di riqualificazione dell’Ufficio IAT Treviso Centro hanno beneficiato di un importante cofinanziamento di 40 mila euro (su una spesa totale ammessa di 50 mila) da parte della OGD Città d’Arte e Ville Venete del Territorio Trevigiano a favore di un progetto presentato dall’Amministrazione Comunale di Treviso denominato “SUPER IAT”.

    Presenti all’inaugurazione il sindaco di Treviso Mario Conte, l’assessore ai Beni Culturali e Turismo del Comune di Treviso Lavinia Colonna Preti, l’Assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner, il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon e i rappresentanti della della Camera di Commercio e della Fondazione Marca Treviso oltre ai progettisti degli HUB, Francesco Redi e Michele Crema.

    Il sindaco di Treviso all’inaugurazione del nuovo IAT: “si tratta di un progetto territoriale e non solo trevigiano”

    Il sindaco Mario Conte ha evidenziato come l’apertura del nuovo IAT sia “il risultato di un gioco di squadra costante e un progetto non solo trevigiano bensì territoriale. Il primo cittadino ha spiegato che “la forza della nostra città sta anche nel territorio che la circonda che va dalle colline del Prosecco ai comuni della provincia di Treviso come Possagno o Castelfranco”. Conte ha sottolineato l’impegno in una programmazione culturale costante sotto tutti i punti di vista: “stiamo puntando tanto sui festival, sulle manifestazioni sportive, sul teatro”. “Siamo passati da 3300mq di plateatici a 7000mq che rendono la città di Treviso sempre più accogliente” ha aggiunto. “I grafici dicono che siamo la regione più turistica d’Italia e l’obbiettivo, come indicato dal presidente Zaia, è quello di continuare ad alzare l’asticella” ha concluso Conte.

    Nuovo ufficio IAT a Treviso, l’assessore al turismo del Veneto: “l’aspetto innovativo è il collegamento”

    L’Assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner ha dichiarato che l’idea è quella di “allargare questo concept a tutta la regione Veneto a partire dai capoluoghi di provincia: siamo partiti con Belluno, Vicenza, Verona, Padova, oggi abbiamo inaugurato Treviso e a breve apriremo anche l’ufficio di Rovigo”. “L’idea – ha spiegato Caner – è quella che il turista si renda conto di essere in un ufficio di organizzazione turistica proprio per il concept similare”. L’aspetto innovativo, tuttavia, oltre a quello estetico e delle brochure, è il collegamento degli uffici nell’intera regione Veneto, grazie a cui “il turista può fare prenotazioni per l’Arena di Verona o per la Fenice ad esempio”.

    L’assessore ha poi dichiarato l’intenzione di arrivare con gli IAT anche in altre realtà turistiche territoriali più piccole e di inaugurare anche le “porte di accoglienza” ovvero aeroporti e stazioni. “Si tratta di un lavoro di squadra che si è fatto sia a livello di finanze che a livello di cervelli; grazie anche alla Pro Loco che gestisce gran parte di questi uffici” ha aggiunto. “Il turismo cresce solo grazie a un coordinamento territoriale: non è pensabile che nel territorio regionale ognuno vada per la propria strada, ma tutti devono remare nella stessa direzione”. “Grazie all’Osservatorio Turistico Regionale Federato abbiamo tutti gli strumenti per fare previsioni e possiamo già dire che ci sarà un’estate con il botto non solo al mare, ma anche nella ripartenza delle città d’arte venete” ha concluso Caner.

    Qualche dato sugli uffici IAT di Treviso

    Gianni Garatti, Presidente della Fondazione Marca Treviso, soggetto responsabile della Gestione degli uffici IAT del capoluogo ha infine sottolineato che “nel 2021 sono stati 15.657 gli utenti che hanno beneficiato dei servizi dell’Ufficio IAT di Treviso Centro ben 9.153 in più rispetto al 2020; mentre nell’Ufficio IAT dell’aeroporto Canova 33mila circa” . “Il 90% ha avuto un approccio diretto agli uffici e il 10% ha fatto una telefonata”. “In questo ufficio di centro città – ha concluso Garatti – le richieste sono su città e dintorni (60% sulle attrazioni turistiche, 22% sugli eventi del territorio e 12% sugli hotel), mentre su quello del Canova l’80% è su come muoversi”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni