giovedì, 29 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoVicenzaVicenza summer festival: a luglio prosa, musica e cabaret nei giardini di...

    Vicenza summer festival: a luglio prosa, musica e cabaret nei giardini di Santa Corona e dell’Olimpico

    Banner edizioni

    A Vicenza diciotto spettacoli del nuovo festival dell’estate con nomi illustri

    Giulio Scarpati, attore di fama nazionale, che manca da Vicenza da quasi vent’anni, quando durante una pausa delle prove di Lorenzaccio all’Olimpico si ruppe un piede giocando a calcio

    Un ricco cartellone di spettacoli dal 29 giugno al 31 luglio con molti volti noti – fra i quali Maximilian Nisi, Giulio Scarpati, Sergio Sgrilli, la Pozzoli’s Family e Roberto Ciufoli – e due suggestivi spazi verdi nel cuore della città: il giardino del teatro Olimpico e il giardino di Santa Corona. È quanto propone “Vicenza Summer Festival – Teatro, musica e cabaret”, la nuova rassegna estiva promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza. L’iniziativa è stata presentata dall’assessore Simona Siotto, dal direttore artistico Piergiorgio Piccoli, dal direttore del settore cultura Mauro Passarin. Ecco il programma.

     

     

    CALENDARIO
    Mer 29.6
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Theama Teatro
    THE AGES OF MAN
    Recital “according to William Shakespeare” con Maximilian Nisi e Piergiorgio Piccoli e musiche di Stefano
    De Meo
    Shakespeare è un autore misterioso, affascinante, universale. Proprio per questo vogliamo avviare questa
    nuova stagione estiva con alcuni dei suoi monologhi, simbolo più puro dell’arte di fare teatro. Le sue opere
    raccontano la bellezza del mondo e le turpitudini dell’essere umano. Non ha creato personaggi, ma vere e
    proprie personalità. Non ha riprodotto la natura, ma ha raccontato l’uomo e i percorsi e i motivi della sua
    psiche. I suoi testi sono vivi, più vivi della vita stessa. Sono una lettura perfetta. Le parole da lui usate sono
    piene di significato, di emozioni e di filosofia. Non vi è passione, sentimento, emozione che Shakespeare
    non abbia espresso con vitalità tumultuosa. Un viaggio nei labirinti dell’esistenza, un’emozione d’arte che
    diviene esperienza di vita. A Vicenza il suo nome diviene buon auspicio per un’estate ricca di spettacoli.

    Gio 30.6
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Teatro dei Pazzi
    MARADONA D10S
    Atto unico di narrazione e musica di e con Giovanni Giusto accompagnato da tre musicisti
    Gabriel Garcia Marquez disse che la vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si
    ricorda per raccontarla.
    Funambolico sul terreno di gioco, e ancor di più fuori dal campo, Maradona è riuscito a coniugare
    un’esistenza fatta di eccessi con un rendimento sportivo ineguagliabile. Un bambino di umilissimi origini,
    talentuoso al punto da venire osannato come una divinità, ma estremo nella sua condotta. Ciò che resta
    nella memoria è il suo genio, la sua storia capace di affascinare chiunque,non solamente i tifosi. La storia di
    un calciatore identificato da un numero e da un parola, quella parola che gli uomini non dovrebbero mai
    pronunciare, ma che Diego Armando Maradona ci ha strappato di bocca, dribbling dopo dribbling, gol dopo
    gol: D10S.

    Ven 1.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    U.S. Band con Chiara Luppi
    CONCERTO 70/80 DANCE FUNKY REMEMBER
    Nel corso degli anni la band, che si è fatta conoscere in varie produzioni televisive nazionali, si è esibita, tra
    gli altri, con artisti del calibro di Tullio de Piscopo, Billy Cobham, Maurizio Vandelli, Fiorello, James Brown,
    Amii Steward,Demo Morselli, Christian Mayer, Gino Paoli, Iva Zanicchi, Fiordaliso, L’aura, Zucchero. La
    graffiante voce femminile è quella di Chiara Luppi, apprezzata interprete di numerosi musical tra cui
    “Romeo & Giulietta – ama e cambia il mondo”.

    Sab 2.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Giulio Casale

    POLLI DI ALLEVAMENTO
    Spettacolo di teatro-canzone di Giorgio Gaber e Sandro Luporini con arrangiamenti originali di Franco
    Battiato e Giusto Pio. Produzione Fondazione Giorgio Gaber
    Giulio Casale, grande conoscitore di Gaber, riporta oggi sui palchi uno spettacolo a firma Gaber-Luporini,
    originariamente in scena durante la stagione teatrale 1978/79. Attraverso il teatro-canzone Casale indaga e
    sperimenta sintesi innovative e originali che, mescolando senza posa e senza schemi monologo e canzone,
    sono in grado d’interrogare le nostre coscienze e le nostre sensibilità estetiche, fungendo da stimolo a
    curiosità e conoscenza.

    Dom 3.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Il Satiro Teatro
    DIESE FRANCHI DE AQUA DE SPASEMO
    Monologo in lingua veneta di Roberto Cuppone con Gigi Mardegan
    L’umanità contadina veneta della prima metà del secolo scorso nelle memorie di un medico di campagna.
    In una stalla adibita ad ambulatorio di fortuna – un scalon da bruscar come attaccapanni, una bunela come
    lettino e nell’angolo un scagnel da monzar – quattro personaggi di quella remota campagna veneta, così
    lontana eppure per noi ancora così vicina, bussano alla “nuova” scienza, confrontano antiche rassegnazioni
    con nuovi rimedi. Quattro vinti dalla storia, Campanèr e Sante, Mercede e Cristiàn, mezzo secolo dopo
    restituiscono a quel dottorino coraggioso, simbolicamente fuori scena, la loro lezione di ignorante saggezza.

    Gio 7.7
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Jashgawronsky Brothers
    TOYBOYS
    Spettacolo musicale visuale per tutte le età
    Immaginatevi per un momento i Beatles alle elementari con la cartella. Stelle della musica come Daft Punk,
    Queen o Village People con il bavaglino seduti sul seggiolone. Infine provate a chiuderli tutti quanti insieme
    in un negozio di giocattoli. Quello che ne verrebbe fuori non sarebbe probabilmente molto diverso da
    quello che hanno combinato stavolta gli Jashgawronsky Brothers! Dopo vent’anni di attività gli instancabili
    fratelli armeni sono diventati grandi, perciò si lanciano in una nuova impresa: ritornare piccoli. Gustatevi
    una semiseria serie di lezioni di musica in cui gli unici strumenti sono giocattoli!

    Ven 8.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Mulino ad Arte
    MI ABBATTO E SONO FELICE
    Monologo eco-sostenibile di e con Daniele Ronco con la regia di Marco Cavicchioli
    L’idea di mettere in scena “Mi abbatto e sono felice” nasce dalla riflessione che ha accompagnato l’autore
    nei mesi successivi alla morte di suo nonno di 91 anni, una persona che gli ha insegnato tanto con una
    condotta di vita esemplare. Lo spettacolo è un monologo a impatto ambientale “0”, autoironico,
    dissacrante, che vuole far riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi
    ha nei confronti del Pianeta. Infatti non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale. Si autoalimenta,
    grazie allo sforzo fisico prodotto dall’attore in scena e, rifacendosi ai principi etici della Decrescita felice,
    accompagna il pubblico in un viaggio che fa la spola fra un passato intriso di freschezza e genuinità e un
    presente frenetico e stanco di correre.

    Sab 9.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Sergio Sgrilli
    STASERA CABARET!
    Spettacolo di cabaret di e con Sergio Sgrilli
    Riassunto in tre parole: i suoi Classici! Le gag più famose fatte in tv davanti a milioni di spettatori che hanno
    reso Sgrilli uno dei pilastri portanti di Zelig.
    Dalla paternità a Piero Pelù, passando per Tozzi, Antonacci e Dj Francesco. Partenza da monologhista, poi
    l’arrivo della sua inseparabile chitarrina e cantata corale finale!

    Dom 10.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Teatro delle Arance
    LA CASA IN TEL CANAL
    Commedia brillante di Giovanna Digito
    Un affannarsi frenetico e confuso apre la scena nella casa nuova. Protagonisti della vicenda sono Anzoletto
    e Cecilia, novelli sposi. Cecilia è capricciosa, amante dell’eleganza e del lusso. Anzoletto è debole, incapace
    di opporsi alle pretese della consorte. Le vicende della casa sono svelate dalla “serva” Lucietta e guardate
    con ostilità dalla sorella di lui Meneghina, a sua volta ansiosa d’una decorosa sistemazione con il suo amato
    Lorenzino, mentre scrocconi e nobili spiantati danno inutili consigli su come arredare la casa. La classica
    commedia goldoniana viene arricchita dallo stile inconfondibile di Giovanna Digito con l’inserimento di
    azzeccati motivetti musicali cantati dal vivo, da spiccate caratterizzazioni dei personaggi e da costumi che
    danno colore a tutta la scena.

    Mer 20.7
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Patricia Zanco
    IL BALLO
    Recital jazz con Patricia Zanco, adattamento di Daniela Mattiuzzi
    Nel racconto “Il ballo”, Irène Némirovsky reinterpreta la fiaba di Cenerentola flagellandone i simboli e
    l’impianto per colpire al cuore con le armi della vendetta. Vendetta estrema, senza remissione nei confronti
    della madre, dettata dalla solitudine e dalla mancanza d’amore patita dalla figlia – Antoinette/Cenerentola.
    Una Cenerentola che dopo quattordici anni di mancanza d’amore infierisce sul corpo della madre nel suo
    punto più vulnerabile, e cioè il desiderio di rivalsa e di affermazione sociale di una donna non più giovane.
    Con perfezione si tratteggia uno scontro generazionale mettendo in scena la realtà profonda dell’animo
    umano: le sue piccolezze, le sue meschinità e fragilità, le sue paure, la vanità, l’incapacità di amare
    veramente, il bisogno di apparire con scene di esilarante comicità.

    Gio 21.7
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Modus – Orti Erranti
    FRIDA, UNA BOMBA AVVOLTA IN NASTRI DI SETA
    Monologo di e con Laura Murari accompagnata da Antonio Canteri e Claudio Manzini
    Lo spettacolo rivela la vita della rivoluzionaria pittrice messicana attraverso la trasposizione in racconto di
    alcune delle sue opere più significative. Un testo tratto da diversi scritti e ricerche su Frida Kahlo e da una
    attenta analisi delle emozioni e dei pensieri sottesi nei suoi dipinti, il tutto reso nella forma di un racconto
    teatrale. Frida Kahlo è stata un limpido esempio della forza delle donne, icona di emancipazione e
    affermazione. Le sue parole sono state una eco dirompente, segno tangibile di una forza che ha superato
    ogni dolore fisico e spirituale con il suo sovversivo, inesauribile e esplosivo amore per la vita. Un monologo
    che va oltre la dimensione del monologo e diventa opera pittorica in scena.

    Ven 22.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Nautilus Cantiere Teatrale
    QUATTRO DONNE E UN BASTARDO
    Commedia brillante di Pierre Chesnot con la regia di Daniele Berardi e Piergiorgio Piccoli
    Allegria, eventi imprevisti, situazioni stravaganti, equivoci, ritmo serrato e battute fulminanti. Una satira
    effervescente e stralunata sulle debolezze maschili e femminili. François è abituato ad avere tutto, a volere
    tutto. La sera del suo compleanno i nodi verranno al pettine e ne risulterà l’occasione giusta per le donne
    da lui ingannate di… fargli davvero la festa. Il maschilista impenitente e traditore seriale, nell’arco di una
    serata demenziale, si troverà alle prese con gran parte dei suoi amori passati, presenti e futuri. Accanto al
    bastardo della situazione ci saranno la moglie attuale e quella precedente, le amanti in corso, quelle fuori
    corso, una coppia di amici moralisti e un pasticcere invadente, tutti rappresentati da un gruppo irresistibile
    ed affiatato di simpatici e dinamici attori.

    Sab 23.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    The Pozzoli’s Family
    LA GRANDE FUGA
    Spettacolo ironico e irriverente con Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli e con Enrico Ballardini
    Dai social network, che li hanno consacrati tra i più importanti family influencer in Italia, ai libri; dagli
    spettacoli teatrali alla seconda stagione del Comedy Show LoL – Chi Ride è Fuori, The Pozzoli’s Family – Alice
    Mangione e Gianmarco Pozzoli e i due figli Giosuè e Olivia – raccontano la loro vita quotidiana e trattano
    tematiche correlate al mondo della genitorialità con un tono assolutamente veritiero, ironico e irriverente,
    decisamente lontano dagli stereotipi della “famiglia perfetta”.

    Dom 24.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Pem Habitat Teatrali
    PAPAGHENO PAPAGHENA – I PAPPAGALLI DI MOZART
    Spettacolo clown musicale con la Compagnia Trioche e la regia di Rita Pelusio
    Il titolo dello spettacolo si rifà alla celebre aria dell’opera di Mozart “Il flauto magico”. Chi ha ispirato
    Mozart mentre la componeva? Sono i suoi pappagalli ad imitarlo o lui ha preso ispirazione dalle loro
    sonorità? In questo continuo capovolgimento di prospettiva la compagnia ha preso in prestito i diversi
    registri musicali per reinterpretarli e propone le arie de “Il flauto magico” giocando con la lirica, il bel canto
    e la nobile arte comica. I pappagalli sono comici, tragici, sgraziati e poetici, come ogni animale tenuto in
    gabbia sognano la libertà, e se non possono spiccare il volo lo farà la loro musica.

    Gio 28.7
    Ore 21.15
    Giardino del Teatro Olimpico
    Domenico Lannutti e Gaby Corbo
    ALL’INCIRCO VARIETÀ
    Family show godibile dai 0 ai 100 anni
    Un crescendo pirotecnico di comicità, magia, acrobazia, poesia e follia. Uno spettacolo d’arte varia a cavallo
    tra il circo teatro e il cabaret. Lannutti & Corbo danno vita ad un varietà surreal-popolare, popolato da
    personaggi bizzarri e assurdi: un imbonitore, una soubrette, Saverio l’oggetto del desiderio, un acrobata
    che vuole vivere in un mondo alla rovescia, un ventriloquo muto, il mago della Maiella e la sua assistente, e
    altri eventuali e vari. “All’inCIRCO Varietà” fa ridere e sognare con la pancia, la testa e il cuore.

    Ven 29.07
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Theama Teatro
    CLITENNESTRA – I MORSI DELLA RABBIA
    Monologo di e con Anna Zago con la regia di Piergiorgio Piccoli
    Clitennestra è il prototipo dell’infamia femminile: crudele, violenta, adultera e assassina è l’incarnazione del
    male e delle scelte scellerate: per i Greci è una kynopis, faccia di cagna, un vero e proprio mostro. Uccide il
    marito Agamennone e la sua amante, la schiava Cassandra, a colpi di scure. La complessità e la modernità
    del personaggio sono innegabili: la sua inquietudine, la sua sete d’indipendenza, la sua determinazione, la
    sua tragicità. Emarginata e confinata dal mito nel girone infernale dei colpevoli e dei reietti, Clitennestra
    nell’edizione di Anna Zago, rovescia questo gioco, sfrutta la nostra necessità di sentir perdonate le nostre
    colpe attraverso lo specchio oscuro delle sue, per spiegarci cosa l’ha condotta dentro la gabbia dell’onta e
    del disprezzo. Noi torniamo da Clitennestra per liberarci dal male; Clitennestra viene a noi e ci chiede, a sua
    volta, di liberarla. E in questo feroce, disperato rapporto, c’è tutto il senso sacro del teatro.

    Sab 30.7
    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Nora Venturini e Giulio Scarpati
    PAESAGGIO CON OMBRE
    Presentazione del romanzo di Nora Venturini con brani letti da Giulio Scarpati
    Nora Venturini è regista teatrale e sceneggiatrice. Ha firmato numerose serie tv e tv movie. Come
    romanziera l’autrice mette tutto il suo talento al servizio di una tassista detective, protagonista di una serie
    di commedie gialle, frizzanti e amare insieme. “Paesaggio con ombre” è l’ultima indagine del suo
    personaggio, celebre anche all’estero.
    Giulio Scarpati, uno degli attori più importanti del panorama italiano, acquista notorietà al grande pubblico
    con la serie tv “Un medico in famiglia”, ma è molto attivo in teatro e nel cinema.
    Foto di Azzurra Primavera

    Ore 21.15
    Giardino del Tempio di S. Corona
    Roberto Ciufoli
    TIPI
    Recital comico-antropologico di Jacopo Rosso Ciufoli e Roberto Ciufoli
    In “Tipi” Ciufoli propone varie tipologie umane mostrando come una particolare caratteristica psicologica
    corrisponda ad un atteggiamento fisico ben preciso, ad un modo di parlare e di scegliere le parole.
    Attraverso monologhi, poesie, sketch, balli e canzoni dà vita ad un esilarante percorso umano che spazia
    dallo sportivo all’indeciso, dal timido al supereroe e al danzatore. Un vero “multi-one man live show”!

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni