sabato, 24 Febbraio 2024
 
HomeAnnunci dai caniliConselve: ultime ore di campagna elettorale, venerdì l’appello finale

Conselve: ultime ore di campagna elettorale, venerdì l’appello finale

Tempo di lettura: 2 minuti circa

E’ ormai alle battute finali la campagna elettorale per le elezioni amministrative del 12 giugno a Conselve.

Negli ultimi giorni si sono intensificati gli incontri e gli appuntamenti, fino alla serata conclusiva di venerdì 10. Marisa Balielo, candidata sindaco di “Idea Comune” dà appuntamento di fronte al Pra’ in via Vittorio Emanuele dalle 19.30 per l’ultimo appello e un brindisi insieme ai sostenitori. Umberto Perilli, candidato di “Conselve Riparte” concluderà la campagna elettorale in Pra’ dalle 20 com un momento di convivialità. I due candidati per Conselve hanno dedicato gli ultimi interventi e appelli ai temi più sentiti di questa campagna elettorale. Marisa Balielo sottolinea i motivi della scelta di chiedere la fiducia agli elettori: “Mi candido perché’ credo che la politica sia una cosa seria, che serva a migliorare la qualità della vita delle persone, di tutte le persone. Mi candido per dare valore alle parole come passione, impegno e servizio. Mi candido per mettere al centro dell’amministrazione la trasparenza e il merito. Mi candido perché ho deciso di spendermi in prima persona per coerenza, coraggio, senso di responsabilità e soprattutto senso civico. Fra i primi impegni l’incremento dei servizi socio sanitari, la tutela del territorio, l’attenzione alla scuola per la quale abbiamo messo a punto numerosi progetti in gran parte già finanziati, la Casa di Comunità con maggiori servizi sanitari terriroriali, la  riqualificazione del verde con il nuovo parco pubblico e la sistemazione del Prato Comunale. Conselve sarà un paese sereno e sicuro, in cui nuove famiglie sceglieranno di vivere”. 

Umberto Perilli intende “riportare Conselve al centro del territorio, farne una città moderna, perché questo paese merita qualcosa di più.  La nostra lista civica è soltanto la pura di un iceberg, un realtà in cui diverse sensibilità hanno saputo fare sintesi, al di là delle singole posizioni, con grande disponibilità e intelligenza. Il nostro programma è partito da un’esigenza che abbiamo colto: favorire una maggiore partecipazione alle decisioni e un maggior coinvolgimento della cittadinanza. Con spirito di servizio mi metto a disposizione e ho trovato la corrispondenza con un gruppo di persone preparate e motivate. Sul Pra’ abbiamo già espresso il nostro no al nuovo edificio, il parco deve tornare alla sua funzione di giardino. Non avremo la necessità di avvalerci di assessori esterni, abbiamo già tutte le potenzialità all’interno della nostra lista”.

 
 
 

Le più lette