domenica, 3 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsPadova. Infermiere Case Manager. Nuovi servizi al paziente

    Padova. Infermiere Case Manager. Nuovi servizi al paziente

    Banner edizioni

    Mettere al centro la persona. E’ questo l’obiettivo principale dell’infermiere Case manager. Una nuova figura professionale che da oggi è parte integrante dell’Azienda Ospedale Università Padova.

    Un nuovo team tutto al femminile di 12 infermiere da oggi a disposizione dei pazienti complessi che richiedono un approccio multidisciplinare e personalizzato. Si tratta della figura altamente professionalizzata del case manager.

    Il compito dell’infermiere Case manager sono competenze diverse: dalla promozione e gestione dei percorsi assistenziali per una presa a carico integrata, appropriata e sostenibile di pazienti affetti da multi-morbidità ed ad elevato rischio di frammentazione delle cure e di accessi e ricoveri inappropriati. Le figure sono state assunte con contratto da bando pubblico

    Si tratta di una figura strategica – commenta Mario Degan, responsabile della direzione professionale sanitarie – in un’organizzazione articolata Hub come quella dell’ Azienda Ospedale Università Padova che si rivolge ad un’utenza con patologie e bisogni che richiedono un approccio multidisciplinare e personalizzato”

    Tre ambiti di intervento

    Al momento sono stati individuati tre ambiti di intervento. Il primo riguarda il servizio di pre ricovero chirurgico. Ha la funzione di assicurare la preparazione dei pazienti all’intervento, ottimizzando l’utilizzo delle sale ed evitando disagi all’utente.  L’infermiere si prende a carico dei pazienti chirurgici ” complessi”  che rappresentano il 30% del totale. Ad esempio nel 2019 l’AOUP i pazienti ordinari sono stati 17991 e in day hospital 5.878 con un incremento nel 2021 degli ordinari a quota 18011.

    Il Case Manager svolge inoltre la funzione di governare i flussi in entrata da Pronto Soccorso e in uscita dalle aree di degenza dei ricoveri urgenti. In particolare si tratta di un sistema in rete per le dimissioni protette con attenzione anche alla presenza di una rete di Case Manger dislocati in diverse unità.

    Infine il contesto organizzativo e assistenziale in cui può operare è nel percorso pre e post trapianto per tutti gli organi solidi. In questo caso la figura professionale si prende a carico il paziente fin dalle prime fasi diagnostiche, seguendo l’evoluzione su piano clinico ma anche umano, familiare e assistenziale, fino al trapianto e proseguendo con il follow-up a breve, medi e lunga distanza.

    La testimonianza

    Tra le dodici nuovi Case Manager, c’è Sabrina Cervesato che dopo un percorso altamente specializzato con un Master Universitario, ora si occupa delle dimissione

    Il Case Manager è un profondo conoscitore. Siamo infermieri con una formazione specifica e continua nei propri ambiti. –  commenta l’infermiera – Inoltre abbiamo competenze manageriali ed organizzative anche per gestione di risorse finanziare.  Sono fondamentali per gestire le risorse disponibili a servizio della persona per riuscire a mettere al centro il paziente e la famiglia, evitando la frammentazione sanitaria”

    Una figura che si prende cura delle fragilità del paziente e dei familiari.  Dalla presa a carico, all’ assistenza e fino all’accompagnamento in tutte le fasi della vita all’interno di un percorso di salute e di malattia.

    Sara Busato

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni