domenica, 3 Luglio 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoMiranese SudMirano: “Casa dell’energia”, laboratorio a impatto zero

    Mirano: “Casa dell’energia”, laboratorio a impatto zero

    Banner edizioni

    Momento importante per l’Iis Levi-Ponti di Mirano per un nuovo modo di pensare la ricerca, in ottica sempre più sostenibile.

    Casa dell'energia
    Casa dell’energia

    E’ stata inaugurato nelle scorse settimane e presentato al pubblico, infatti, un innovativo laboratorio denominato “Casa dell’energia”, in occasione di Expo 2022, appuntamento finalmente in presenza, in cui è stata illustrata anche tutta una serie di lavori prodotti dagli studenti accompagnati dai professori e realizzati durante l’intero arco dell’anno. Si tratta di un laboratorio sperimentale quasi ad impatto zero, dotato di strumentazioni di ultima generazione con l’obbiettivo di realizzare esperimenti e misurazioni in vari campi della scienza. Il progetto ha visto cooperare cinque scuole del territorio, la Città metropolitana di Venezia, il Comune di Mirano, il Ministero dell’Istruzione, l’Unione Europea, il dipartimento di Fisica tecnica dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, l’Istituto per le Tecnologie per la Costruzione del Cnr di Padova supportati da trentasei aziende sponsor e decine di imprese realizzatrici. Questo nuovo spazio formativo consisterà quindi in un nodo specializzato della rete nazionale dei laboratori territoriali per l’occupabilità approvati e cofinanziati nel 2015 con il Piano Nazionale Scuola Digitale ed opererà in ambito scientifico, tecnologico, ambientale, culturale, civico e divulgativo in linea con i temi individuati dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu. Si aprono in questo modo nuovi orizzonti formativi che impegneranno le scuole del territorio nella partecipazione al programma d’azione delle Nazioni Unite, ideato per sostenere le politiche e i comportamenti umani agenti nella direzione del contrasto ai cambiamenti climatici, della transizione energetica, della tutela di biodiversità ed ecosistemi, dell’uso consapevole delle risorse naturali e della lotta alla fame nel mondo. L’idea è partita dal professor Ezio Da Villa, insegnante di laboratorio di fisica applicata ed ex assessore provinciale all’Ambiente. “Qui i temi della transizione energetica possono essere toccati con mano- ha dichiarato- sarà un qualcosa che cambierà il modo di fare scuola”. Soddisfazione è stata espressa dalla sindaca uscente Maria Rosa Pavanello che ha parlato di “Emozione straordinaria. E’ un progetto partito con la dirigente Favaro nel 2013, una vera eccellenza per Mirano, rivolta al futuro”. Il Ponti è un istituto da sempre molto attento all’evoluzione della tecnologia ed all’ascolto del territorio produttivo.

    Riccardo Musacco

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni