mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadova EstNoventa Padovana: sui rifiuti è fronte unico fra maggioranza e opposizione

    Noventa Padovana: sui rifiuti è fronte unico fra maggioranza e opposizione

    Banner edizioni

    Noventa Padovana: al sindaco il mandato per trattare con la Regione Veneto il passaggio a Padova centro senza cambiare gestore, l’obiettivo è quello della riduzione del costo per l’asporto rifiuti

    Un mandato per trattare con la Regione Veneto il passaggio a Padova centro senza cambiare gestore, l’obiettivo è quello della riduzione del costo per l’asporto rifiuti: Per questo il sindaco di Noventa Padovana Marcello Bano ha ringraziato la minoranza (anche con un messaggio social) in quanto la decisione è stata presa all’unanimità nel corso di uno degli ultimi consigli Comunali ad aprile. Il sindaco Bano infatti ha il mandato per gestire il passaggio dal bacino Brenta Rifiuti (attualmente costituito da 67 comuni con territorialità che si estendono sino ad Asiago) per entrare nel bacino Padova Centro costituito da Padova e comuni contermini in quanto è in divenire un passaggio di gestore da Hera a Etra. Il sindaco è dell’idea di procedere con gara ad evidenza pubblica per il servizio di asporto rifiuti nel Comune, l’obiettivo è cercare di risparmiare: un milione e mezzo di euro è la massa economica in gioco. Maggiore omogeneità con Padova, ma anche maggiore efficienza organizzativa sono gli obiettivi. Luigi Bisato dai banchi dell’opposizione è chiaro: “siamo con il Bacino Brenta Rifiuti perché non potevamo fare diversamente nel 2014. Etra è la conseguenza di una serie di consorzi, tipo il consorzio Tergola, che si sono fusi con vari ambiti territoriale anche dell’Alta Padovana per la gestione dei servizi acqua e la Regione poi ha attribuito anche la gestione rifiuti. La nostra proposta e di sottoporre la questione del cambio di ambito a Comepa (Conferenza dei comuni metropolitani della cintura di Padova) che raggruppa i 200.00 abitanti della città di Padova e 200.000 abitanti della cintura. Dobbiamo muoverci in un ambito di area vasta in quanto Noventa Padovana è inserita in un contesto (come quello della Grande Padova) caratterizzato da un comune carattere insediativo e chiedendo anche il supporto alla Regione. Siamo disponibili a ragionare se si procede in un ambito più ampio. Il sindaco di Noventa Bano  è chiaro: “ nessun problema a coinvolgere Comepa. In ogni caso se non dovesse essere efficace io utilizzerò tutti gli strumenti per procedere con la Giunta Regionale con il passaggio in Consiglio. E’ un progetto complesso e complessivo con Padova, in una ottica di ambito omogeneo con la gestione di una procedura di gara. L’obiettivo per i cittadini del Comune di Noventa Padovana – con questo atto di indirizzo – è quello di aver il miglior servizio al minor costo”. Per Fabio Borina il gruppo consigliare “Per Noventa” propone che l’ambito di Comepa rappresenti il perimetro ottimale per omogeneità insediativa, produttiva e commerciale per la gestione dei rifiuti, e autorizzare il sindaco ad interessare Comepa per la proposta di modifica dei bacini per la gestione dei rifiuti”. Il Consiglio ha votato all’unanimità.  Il sindaco Bano  ha ringraziato per la fiducia e per l’emendamento presentato dall’opposizione e sottolineando che “l’azione è importante per i cittadini di Noventa Padovana”. La decisione adottata ha comportato ben due sospensioni di Consiglio.

    Nadia Zorzan

     

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni