mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadovaPadova: Domus Opera, un nuovo nome per il complesso vescovile del Duomo

    Padova: Domus Opera, un nuovo nome per il complesso vescovile del Duomo

    Banner edizioni

    Chiusura temporanea di Battistero e Museo diocesano dal 27 giugno al 7 luglio 2022. L’8 luglio inaugurazione del nuovo percorso di visita

    Un nome nuovo che si accompagna ad un nuovo progetto di valorizzazione e promozione del patrimonio artistico della Diocesi di Padova.

    Cattedrale e Battistero, Palazzo vescovile e Museo diocesano  saranno Domus Opera, nome scelto per esprime la specificità e la molteplicità di valenze simboliche, storiche e culturali dell’intero complesso artistico-monumentale.

    L’obiettivo è proporre un’innovativa modalità di fruizione del patrimonio culturale di Domus Opera, valorizzando il Battistero della Cattedrale con il suo ciclo di affreschi di Giusto de’ Menabuoi, gioiello del Trecento patavino, da un anno iscritto nel patrimonio mondiale Unesco I cicli affrescati del XIV secolo di Padova – Padova Urbs Picta.

    Domus Opera

    Il progetto di valorizzazione e nuova fruizione, è il risultato di un lungo processo avviato attraverso una prima analisi della Fondazione Fitzcarraldo. Successivamente proseguito con l’acquisizione di varie manifestazioni di interesse, fino alla scelta del piano di gestione proposto da Kalatà. 

    Tra qualche giorno il Battistero del Duomo rimarrà al pubblico dal 27 giugno al 7 luglio, per un intervento di restauro che prevede la pulizia della facciata, la sistemazione degli infissi, il consolidamento della copertura, l’ammodernamento degli impianti tecnologici e il risanamento dei vani ipogei.

    Ma alla sua riapertura il pubblico potrà visitare il Battistero in modo diverso e innovativo. Grazie infatti  al supporto delle più avanzate tecnologie, il pubblico verrà accompagnato a conoscere l’opera, immergendosi nella sua storia e nella sua bellezza.

    Dal 9 luglio  l’ingresso avverrà dall’interno della Cattedrale, entrando nella Sala del Capitolo (sala multimediale di prelettura). Qui il pubblico potrà vivere un’esperienza immersiva nel contesto artistico degli affreschi di Giusto de’ Menabuoi, edotto sul valore teologico e liturgico dei luoghi, messi in evidenza da un apposito sistema di illuminazione, realizzato da IGuzzini, quale sponsor tecnico del progetto.

    Inaugurazione

    L’inaugurazione del nuovo percorso si terrà nel pomeriggio di venerdì 8 luglio 2022, alla presenza del vescovo Claudio Cipolla e delle autorità cittadine.

    Dal 9 luglio il nuovo percorso sarà aperto al pubblico con la possibilità di scegliere diverse opzioni di visita. Partendo dalla Sala del Capitolo con audioguida, in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo della durata di circa 45 minuti. Oppure su prenotazione la visita guidata al Battistero e al Museo diocesano, della durata di circa 90 minuti, a partire dal museo diocesano e dal Palazzo vescovile (30 minuti circa) e a seguire il Battistero. Infine, sarà possibile anche la sola visita del Museo diocesano. Sono previste forme agevolate e promozionali per gruppi parrocchiali e scolaresche.

    Dal 1 luglio la prenotazione on line avverrà tramite la pagina dedicata sul sito www.kalata.it. C’è la possibilità di contattare il call center 0174 330976 oppure tramite email booking@kalata.it. Infine direttamente in biglietteria

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni